Moda e Gossip Novità 2021

Tiffany lancia gli anelli di fidanzamento da uomo

La collezione The Charles Tiffany Setting è pensata per sancire ogni tipo di unione. Ecco le ultime novità dal mondo degli anelli di fidanzamento.

Anello di fidanzamento da uomo, Tiffany & Co.

Evoca un importante tradizione il nome usato per la nuova collezione di anelli di fidanzamento presentata da Tiffany & Co., l'amatissimo marchio di alta gioielleria per sempre legato a quel petit robe noire Givenchy di "hepburinana" memoria. Charles Lewis Tiffany, il "Re dei diamanti" (così incoronato dalla stampa americana), è il fondatore del noto brand, primo gioielliere a introdurre l'anello di diamanti come promessa simbolica di amore duraturo.

Non poteva che portare il nome del leggendario fondatore la prima collezione di anelli di fidanzamento pensati proprio per l'uomo. "The Charles Tiffany Setting" si compone di sei modelli meravigliosi con un diamante solitario, come comunemente si pensa l'anello femminile del futuro sì. 


Anello di fidanzamento da uomo con diamante quadrato taglio smeraldo, The Charles Setting

Di classica memoria, gli anelli della nuova collezione si presentano con le tradizionali forme degli anelli maschili chevalier, solitamente indossati al mignolo. A renderli più preziosi, di materiale e significato, il meraviglioso diamante solitario. E' disponibile con taglio brillante e taglio smeraldo, fino ad una grandezza di 5 carati. 
Come distinguere un modello dall'altro? Il taglio brillante prende la forma classica della pietra rotonda, con la fedina più sottile e tondeggiate. Il taglio smeraldo invece si riconosce dalla forma rettangolare, con bordi più solidi e geometrici.


Anello di fidanzamento da uomo con diamante quadrato taglio smeraldo, The Charles Setting

La "perla nera" della collezione è l'anello realizzato in titanio nero. Altrettanto elegante quello in titanio grigio.
Gli anelli sono già disponibili sul sito online di Tiffany & Co. e negli store monomarca, tutti e sei i modelli pronti per ricevere la risposta giusta. Sì!


© Riproduzione riservata