Moda e Gossip Paternità nascoste

Fabio Camilli: sono il figlio segreto di Domenico Modugno

Oggi Domenico Modugno avrebbe festeggiato il compleanno. Il figlio segreto, attore: Fabio Camilli.

Fabio Camilli: sono il figlio segreto di Domenico Modugno

Oggi Domenico Modugno compirebbe 93 anni. Nato a Polignano a Mare, il 9 gennaio del 1928, della vita privatissima di Modugno si è tornato a parlare nel 2019 per via della causa per il riconoscimento di paternità intentata (e vinta) dall’attore Fabio Camilli, nato dalla relazione dell’artista con Maurizia Calì, quando Mimì era ancora sposato con la sua compagna di una vita, Franca Gandolfi.

Mentre lavorava al Sistina di Roma nel 1961, nell’allestimento della commedia musicale di Garinei e Giovannini «Rinaldo in campo», Modugno trascorreva molto tempo insieme alla coreografa e scenografa triestina Maurizia Calì, all'epoca sposata con l'ingegner Romano Camilli (curatore delle relazioni publiche del teatro). Nacque una complicità, che presto si trasformò in qualcosa di più e Maurizia, rimasta incinta, il 10 agosto del 1962 diede alla luce il piccolo Fabio. La verità sul suo vero padre (che era il cantautore, non Camilli) gli fu tenuta nascosta per anni. Poi un giorno, grazie alla rivelazione di un’amica, Fabio - che nel frattempo era diventato attore ed era amico di Marcello Modugno dato che frequentavano gli stessi ambienti dello spettacolo - scoprì ogni cosa: «Un giorno una mia amica, con cui avevo avuto una relazione e che poi si era fidanzata con Marcello, mi raccontò una sua confidenza, le aveva svelato che eravamo fratelli, pregandola però di non dirmi nulla. Per me fu una cosa sconvolgente. Come fai a credere che quello che pensavi fosse tuo padre per quasi trent’anni in realtà non lo era?».

«Quello che posso dire è che conosco Fabio da più di 20 anni e la cosa buffa è che siamo sempre stati amici da prima che venissero fuori queste voci» raccontava Marcello nel 2001, quando la storia divenne di dominio pubblico dopo la pubblicazione di un articolo sul Foglio. «Ci ho messo del tempo a parlarne. Lo feci con un amico di famiglia e mi resi conto che il pettegolezzo girava da tempo. Come in un Truman Show: gli altri sapevano. Io no» ha rivelato Camilli, che nei primi anni Duemila ha avviato il procedimento per il riconoscimento di paternità. La battaglia legale, dopo l’esito positivo del test del dna nel 2014, si è conclusa definitivamente soltanto nell’agosto 2019: a pochi giorni dal venticinquesimo anniversario della morte del cantautore la Prima sezione civile della Corte Suprema di Cassazione ha riconosciuto Fabio come figlio legittimo di Domenico Modugno. «Ho dovuto fare una battaglia per poter affermare chi era mio padre. È stato un viaggio faticoso ed estenuante - ha commentato l’attore - Il procedimento di riconoscimento di paternità della durata media di 4-5 anni si è trasformato per me in un “percorso a ostacoli” lungo (e credo sia un record) 18 anni. Comunque ce l’ho fatta, è finita. Sono molte le persone che dovrò ringraziare per essermi state vicine in questi anni».


© Riproduzione riservata