Moda e Gossip Ilaria D'Amico in lutto

Ilaria D'Amico in lacrime per la sorella Catia, in tv

La giornalista e compagna di Gigi Buffon Ilaria D'amico ospite di Silvia Toffanin a "Verissimo" parla del lutto che ha colpito la sua famiglia, la morte della sorella Catia.

Ilaria D'Amico in lacrime per la sorella Catia, in tv

Ilaria D’Amico, ha rotto il silenzio in TV sul lutto che l’ha colpita di recente, sulla sorella Catia che le ha stravolto e cambiato la vita. La conduttrice ospite a Verissimo il salotto televisivo di Silvia Toffanin ha ricordato la sorella Catia, scomparsa qualche mese fa. la giornalista ha raccontato della malattia e della morte della sorella Catia (che aveva 12 anni più grande di lei), divorata nel giro di pochi mesi da un tumore all’intestino diagnosticato nel gennaio 2019. E appare in lacrime sul piccolo schermo. «Lei per me era il punto di riferimento», dice la D'Amico con voce rotta. «Abbiamo poi vissuto l'ultima parte del cammino insieme, scambiandoci le forze reciproche».

E' stato un congedo sereno
La malattia di Catia d’Amico è stata un fulmine a ciel sereno per la sorella Ilaria, perché si trattava di una persona sana e che fino a quel momento non aveva mai accusato altri gravi problemi di salute. La sorella Ilaria è stata al suo fianco sin dalla scoperta della malattia e ha gestito insieme a lei il percorso clinico. La situazione è peggiorata drasticamente nel maggio scorso, quando Catia si è sentita di “nuovo male” e nel giro di pochi mesi, esattamente il 5 settembre, ha smesso di lottare contro il cancro e si è spenta. Un lato più intimo e privato della D'Amico viene svelato nel corso dell’intervista in studio, interrotta da silenzi e pianti: «Lei non aveva bisogno di sapere tutto, così ha combattuto fino alla fine.

Ilaria D’Amico e Gianluigi Buffon
Un dolore che ha combattuto con tutta la famiglia, specialmente con la mamma, ma anche con la nipote Alessandra, la figlia di Catia di 25 anni: sta studiando per diventare insegnante. «Non riesco a parlare molto di Catia perché ho una commozione che mi spezza il respiro» dice a Silvia Toffanin. «Sono molto preoccupata per mia mamma. Ora vive con Alessandra. E' ultraottantenne e la chiamo tutti i giorni all'ora del tramonto, il momento più malinconico della giornata. La telefonata parte in salita e poi si conclude un po' meglio».

La campagna solidale e la scelta di lasciare la tv
Un capitolo tragico e molto doloroso quello rivelato dalla giornalista durante la trasmissione televisiva. Ilaria come mamma molto presente con i propri figli, non rinuncia a ricordare di fare del bene ai bambini meno fortunati. Per questa ragione è attiva nell'associazione OBM Onlus che ha lanciato una nuova campagna a favore delle terapie intensive neonatali: "Nascere al tempo del Covid". Fino al 27 febbraio 2021 attiva la campagna di raccolta fondi con numero solidale 45586. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato al numero, oppure di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata da rete fissa. I fondi raccolti serviranno per acquistare incubatrici, culle speciali e saturimetri in grado di monitorare lo stato di salute dei piccoli prematuri, curarli e crescerli al meglio.

Il drammatico evento ha condizionato anche la scelta della giornalista di lasciare l’ambito del calcio, settore a cui ha dedicato parecchi anni professionali, per impegnarsi su “temi di servizio”. “Era già da un po’ che volevo cambiare, Catia mi ha dato la spinta per farlo davvero”, ha ammesso.


© Riproduzione riservata