Attualità Agrigento

Alberto Angela nella Valle dei Templi

Questa sera su Rai1

Agrigento - Il celeberrimo conduttore televisivo Alberto Angela nella Valla dei Templi. A partire da stasera, 4 gennaio, Rai1 dedica un nuovo programma al patrimonio artistico italiano e la prima puntata è dedicata proprio alla Valle dei Templi, simbolo della Sicilia: si intitola Meraviglie e tornerà ogni mercoledì su Rai1. Nessun luogo al mondo può essere paragonato alla bellezza artistica dell'Italia, spiega Angela e poi dichiara che il programma vuole essere anche un omaggio agli italiani, ai nostri padri e a quanto abbiamo saputo fare nei secoli.

Dodici tappe di un itinerario fra arte e bellezze naturali nei siti riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'umanità (l'Italia è la nazione che ne ha di più al mondo - 53 contro i 52 della Cina).
Siti dell'Unesco, ma non solo: un viaggio che coinvolge anche luoghi che non sono inseriti nel patrimonio Unesco ma lo meriterebbero. Ogni puntata, inoltre, sarà scandita da incontri con persoggi come Galileo, l'imperatrice Sissi, Cecco Angiolieri e Re Ferdinando di Borbone.

Collaboreranno alla trasmissione, infatti, attori come Philippe Leroy, Sergio Assisi, Andrea Giordana, Giorgio Colangeli, Christiane Filangeri, Violante Placido, Alessandro Tersigni. Ospiti delle puntate anche Riccardo Muti, Andrea Bocelli, Andrea Camilleri, Toni Servillo, Uto Ughi, Paolo Conte, Gianna Nannini, Monica Bellucci. La prima puntata prende le mosse dall'opera di un genio divenuto simobolo: il Cenacolo di Leonardo da Vinci, interpretato da Philippe Leroy.

La puntata si conclude in Sicilia, nella Valle dei Templi di Agrigento. Tra le rovine e il Tempio della Concordia, ancora oggi intatto e maestoso, ripercorreremo la storia di una civiltà antica di 2500 anni alla quale deve tanto la nostra cultura. E sarà Andrea Camilleri a raccontare gli aneddoti e i ricordi di questa parte di Sicilia, come quando da ragazzino, in bicicletta, corse a vedere se la valle era stata distrutta dai bombardamenti e qui trovò un militare che cercava l'angolazione perfetta scuotendo la testa. Dopo un po' si misero a parlare, quindi gli scrisse il suo nome su un foglietto... era Robert Capa, il più grande fotoreporter di guerra del mondo.

 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif