Economia Ragusa

Nasce il primo marzo il nuovo Duomo di Ciccio Sultano

L'architetto è Fabrizio Foti

Ragusa - C'è una data, il primo marzo. Il Duomo di Ciccio Sultano cambia architettura e arredi.  Dopo la ristrutturazione degli spazi di palazzo La Rocca, dove 18 anni fa iniziava il percorso del ristorante ora pronto a inaugurare un nuovo capitolo, in vista del traguardo dei 20 anni. Varcando la porta affacciata su via Capitano Bocchieri, si materializza la nuova rappresentazione del Duomo, messa in scena dall'architetto Fabrizio Foti. Carte da parati calde, con colori diversi per ogni sala, giallo grano, verde petrolio, blu oltremare, rosso vermiglio; un’illuminazione tecnologica di ombre e luci, raffinatamente discreta, grazie alla maestria di Davide Groppi; nuovi mobili di servizio e soprattutto una cucina più funzionale.

Le sale del ristorante saranno contraddistinte dai colori: blu scuro, rosso che rappresenta la materia interiore, il verde della natura e dell’olio, il giallo oro del grano.

Sui tavoli del ristorant sarà posta la lampada Tetatet, scelta per mettere in scena il piatto. Una versione personalizzata creata dal laboratorio di Piacenza con disegno e materiali originali, per sposarsi perfettamente alla cucina dello chef di Ragusa, che ha al suo fianco la dolce Gabriella. 

La foto è di Alex Majoli