Lettere in redazione Chiaramonte Gulfi

Raccolta firme legge Lorenzin, perchè Chiaramonte non si è attivato?

Riceviamo e pubblichiamo

Chiaramonte Gulfi - Il 27 giugno 2018 (iniziativa annunciata in Gazzetta Ufficiale n. 147) è partita la raccolta firme per l’abrogazione della legge 119/Lorenzin, al fine di sospendere l’obbligo vaccinale. Sarà necessario raccogliere 50.000 firme perché la proposta di legge arrivi in Parlamento e venga discussa.
I cittadini intenzionati a firmare, possono recarsi presso il Comune di residenza per aderire alla proposta di legge di iniziativa popolare. 

Sono, quindi, i Comuni che devono attivarsi (dietro segnalazione tramite PEC da parte del comitato promotore) per la raccolta delle firme.
Questo, purtroppo, non è avvenuto al Comune di Chiaramonte Gulfi, dove un gruppo di cittadini che avrebbero voluto firmare per la petizione, ha trovato davanti a sé un muro di gomma. Dalla data del 5 luglio 2018, giorno in cui il comitato promotore ha dato comunicazione della raccolta firme tramite PEC, a?la data del 27 luglio 2018 i fogli non erano ancora disponibili. Il motivo? Bisognerebbe chiederlo a chi, per un motivo o per un altro, sta ledendo diritti costituzionali.

Dopo aver segnalato il caso alle autorità locali aspettiamo che anche il Comune di Chiaramonte si attivi per iniziare la raccolta delle firme (anche se con notevole ritardo) che scadrà giovedì 2 agosto 2018. Si può essere più o meno d'accordo sui motivi di una raccolta firme, ma ognuno è libero di scegliere. Il diritto di scegliere non può essere negato.