Attualità Catania

Caotica e bellissima: Catania vista dal The Guardian

Catania esercita un fascino senzatempo che è difficile ritrovare ancora nelle grandi città d'Europa.

Catania - La foto che vedete è stata scattata in piazza Stesicoro e per chi ha un po' di dimestichezza con Catania sa che quella è la famosa edicola che sta davanti alle rovine romane. Ma è anche la copertina del The Guardian che da oggi si scopre innamorato di Catania.

"Se vuoi un breve riassunto del carattere di Catania, non guardare oltre la montagna cupa ed esplosiva che incombe su di essa: l'Etna. La città universitaria sulla costa orientale, affacciata sul Mar Ionio, può essere intensa, caotica e bellissima". Così scrivono i giornalisti Kevin Rushby e Rachel Dixon su "The Guardian", uno dei più prestigiosi quotidiani britannici. Catania viene indicata come la migliore città alternativa d'Europa, in un elenco che complessivamente ne comprende dieci. E il giornale consiglia di visitarle entro la fine di questi ultimi scampoli d'estate (che sembra essere ritornata viva come non mai).

Nell'articolo si legge: "Nel centro della città si trova un vecchio quartiere pieno di torri e piazze, patrimonio dell'Unesco, reliquia di una baldoria costruttiva nel XVIII secolo, quando Catania stava cercando di superare la sua rivale, Palermo. La Piazza del Duomo è il fulcro; altri punti salienti includono il Teatro Massimo Bellini, una produzione sontuosa come qualsiasi opera di Bellini - l'uomo stesso era un ragazzo locale. Eppure il vero must-see non è per niente storico, ma il tumultuoso mercato del pesce, che si svolge ogni mattina nei giorni feriali". Poi, viene consigliato di assaggiare un piatto tipico della città, la pasta alla norma. Infine, i reporter si soffermano a parlare della "spiaggia sabbiosa a sud della città fiancheggiata da lidi e discoteche. la spiaggia si calma dopo agosto, ma il mare rimane caldo all'inizio dell'autunno". Approfittatene, insomma. Le altre città alternative, secondo il Guardian, in cui trascorrere il mese di settembre sono Belgrado (in Serbia), Kaunas (in Lituania), Kosice (in Slovacchia), Bari, Podgorica (in Montenegro), Ohrid (in Macedona), Preveze (in Grecia), Grenoble (in Francia) e Pula (in Croazia).

Il The Guardian ha "scoperto" Catania e secondo noi la città etnea merita la sua fama di "città alternativa". Per chi l'ha vissuta, sa che Catania è una città che può avere mille difetti: è sporca, chiassosa, piena di traffico. La gente può sembrare all'apparenza maleducata, ma in realtà è solo schietta. E' una città in cui i produmi del cibo si mescolano a quelli del caos che l'attraversa tutti i giorni. E' una città ancora autentica, in cui le mode arrivano e vengono trasformate dalla gente del posto. E' eccessiva da diversi punti di vista, dall'abbigliamento della gente, alla calura estiva fino ad arrivare ai ritardi dei mezzi pubblici. Ma per qualche motivo, esercita un fascino senzatempo che è difficile ritrovare ancora nelle grandi città d'Europa.