Cronaca Vittoria

Giusy Pepi è stata messa sotto protezione

Il marito voleva che lei si facesse fare un certificato attestante un ritardo mentale

Vittoria - Giusy Pepi è stata messa sotto protezione dalla Polizia.

 La Procura della Repubblica di Ragusa sta valutando se aprire un fascicolo a carico del marito, a poche ore dal ritrovamento della donna 39enne di Vittoria. Quale era la motivazione dell'allontanamento di Giusy Pepi? Giusy versava in condizioni di restrizione delle libertà da venti anni. Questo emerge dal colloquio durato quattro ore col pubblico ministero. 

A quanto pare il marito aveva chiesto a Giusy di farsi fare un certificato medico che attestasse un suo ritardo mentale, perchè il coniuge percepisse la pensione. Giusy è stata ritrovata oggi a Palermo grazie alle segnalazioni di alcuni telespettatori della trasmissione televisiva "Chi l'ha visto?" La donna ha raccontato di non aver mai potuto possedere un telefono cellulare, per volontà del marito, preoccupato che lei potesse contattare ex fidanzati a suo dire tossicodipendenti. 

Altra circostanza che fa specie, Davide Avola, marito di Giusy, ha subito donato a un amico i due cagnolini della moglie, dopo che lei si era resa irreperibile, il 15 ottobre scorso. 

Giusy frequentava un centro scommesse

Giusy, a Palermo, frequentava un centro scommesse. Era stata fotografata da una telespettatrice di "Chi l'ha visto?" e la foto era stata mostrata al marito e al fratello della donna, i quali non l'avevano riconosciuta. Davide Avola, il marito, si era mostrato non particolarmente affranto dall'allontanamento della moglie, al punto da aver cambiato il proprio stato su Facebook in "vedovo" e pubblicando il proprio numero di cellulare per essere contattato. 

La polemica sul cibo

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1544115383-3-peugeot-ecobonus.jpg

Alcuni testimoni anonimi, che hanno rilasciato interviste col volto e la voce travisata a Rai tre, raccontano che Giusy pativa la fame. Su questo aspetto, le testimonianze sono controverse. Altri amici di famiglia e il titolre della bottega alimentare dicono che davide faceva una spesa congrua per sette persone, marito, moglie e cinque figli. 

Davide? "Un mammo"

Alcune testimonianze in favore di Davide dicono invece di quanto premuroso fosse l'uomo coi cinque figli, al punto da essere definito "un mammo", per l'eccesso di coccole riservato alla prole. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg