Economia Ragusa

I gilet gialli protestano davanti a Banca Agricola Ragusa

Prossima asta azionaria a quota 68 euro

Ragusa - I gilet gialli sono apparsi stamani stamani davanti alla sede della Banca Agricola Popolare di Ragusa. Protestano i piccoli risparmiatori azionisti di Bapr, e lo fanno per la prima volta in maniera clamorosa, bloccando viale Europa, e la sede centrale della Banca, davanti alle telecamere della trasmissione Piazza Pulita, in onda giovedì su La 7. 

La Banca non riacquista le proprie azioni, che dalle 117 euro e 40 centesimi dello scorso agosto sono crollate a quota 83 euro e 50. Fatto ancor più grave, la prossima asta vedrà il titolo precipitare a quota 68 euro. Da qui a fine anno, una azione di Bapr potrebbe arrivare a valere 30 euro. 

Ci sono migliaia di risparmiatori che in azioni hanno investito i risparmi di una vita, chi poche decine di migliaia di euro, chi milioni di euro. Persone che oggi chiedono a Banca d'Italia una deroga che consenta all'Istituto di credito ragusano, noto per la sua proverbiale solidità, di riacquistare le azioni di chi non fa speculazione ma pensava di aver trovato un solido salvadenaio.