Dieta

La frutta da evitare se volete perdere peso

Mangiare la frutta alla fine di un pasto può far sì che il corpo non riesca a elaborare gli zuccheri

Qual è la frutta sì e la frutta no, nel caso di dieta?

Il più grande desiderio di donne e uomini dei nostri giorni è quello di acquistare una “forma perfetta” a tutti i costi.

Sappiamo tutti quanto è difficile seguire una dieta equilibrata per mantenerci in forma, soprattutto ora che la bella stagione incombe e che il nostro organismo richiede di introdurre più frutta e verdura.

Intanto, una cosa molto importante da fare, se si decide di seguire una dieta alimentare e perdere peso, è preferire in linea di massima la frutta di stagione.

Tuttavia gli errori che commettiamo a tavola possono rallentare il metabolismo e provocare sovrappeso. Mangiare la frutta alla fine di un pasto, ad esempio, può far sì che il corpo non riesca a elaborare gli zuccheri in essa naturalmente contenuti e che dunque li trasformi in adipe.

Quando si è a dieta anche il consumo di frutta va tenuto sotto controllo. Per stabilire quanta frutta mangiare, a dieta basta più o meno prendere come indicazione che una porzione appropriata equivale ad un frutto che sta nel palmo della mano e, in particolare, ci sarebbero alcuni frutti, più di altri, che potrebbero ingannarti.

Ma quali sono i tipi di frutta da eliminare o limitare durante la dieta, ve lo siete mai chiesti?

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1560931695-3-perciasacchi.gif

In tutti i frutti c’è una certa percentuale di grassi e di zuccheri, il segreto per consumarli sta nello scegliere le quantità adeguate.

Seguire una dieta equilibrata e fare sport è fondamentale per ottenere in aggiunta i risultati sperati.

Se seguirete questi consigli, potrete raggiungere in modo veloce ed efficace gli obiettivi che avete in mente.

La pera, il frutto più comune che si trova insieme alla mela sulle nostre tavole. La pera contiene una buona quantità di fibre, ma gli esperti consigliano di non consumarne in grandi quantità perché tende a causare costipazione.

Cocomero e melone contengono un alto contenuto di acqua e fibra, che aiutano a digerire molto bene tutti gli altri alimenti che decidiamo di assumere nel corso della giornata.

Si consiglia di consumarli preferibilmente però a colazione, mescolandoli in una gustosa macedonia o, se preferite, facendone un frullato senza aggiunta di zucchero.

Avocado: Sebbene l’avocado sia considerato un ottimo frutto con cui apportare grassi sani all’organismo e per eliminare il grasso accumulato e nocivo, la verità è che non bisogna mangiarne troppo.

Albicocche. Le albicocche sono dei frutti molto nutrienti che contengono alte percentuali di vitamine e apportano numerosi benefici al corpo. Rientrano nella lista della frutta da evitare per dimagrire. Un eccessivo consumo di albicocche, infatti, è correlato a tutta una serie di complicazioni.

L’uva è tra la frutta da evitare per dimagrire, poiché ha un succo piuttosto calorico e ricco di zucchero. Un chicco tira l'altro eppure anche l'uva non è molto indicata alla dieta contenendo 16 grammi di zucchero per porzione.

Le banane, invece, appartengono alla categoria degli alimenti che vengono digeriti più lentamente e apporta una percentuale calorica superiore rispetto al pompelmo.

Ananas. Stessa cosa vale per l'ananas erroneamente catalogato come frutto dietetico invece contiene fino a 17 grammi di zucchero.

Mango. Un altro falso mito da sfatare. A rendere così deliziosi i manghi ci pensano i 22 grammi di zucchero per porzione.

Un'ultima considerazione va fatta sulla frutta in scatola e la frutta secca.

Frutta in scatola sciroppata. La frutta in scatola va bene purché non sia conservata nello sciroppo. A parità di peso, infatti finirai con introdurre molte più calorie e zuccheri.

Frutta secca

La frutta secca, noci, nocciole, mandorle, semi e ecc. è ricca di grassi buoni ed è super gustosa ma va sempre tenuto a mente che, essendo di base oleosa, ha più calorie mediamente di un frutto qualsiasi.

Se volete eliminare i grassi o perdere alcuni chili di troppo, consumare una mela almeno 3 o 4 volte alla settimana vi aiuterà a raggiungere questo obiettivo.

Si tratta di alimento altamente digestivo grazie al suo contenuto di fibre e fornisce poche calorie, a malapena 100 kCal.