Benessere Diete veloci

Dieta delle 72 ore: menù per dimagrire

Una dieta che dura solo 3 giorni

La dieta delle 72 ore o dei 3 giorni è una dieta che promette di perdere peso se viene seguita alla lettera, pertanto non sono ammesse concessioni o eccezioni. In particolare si riuscirebbe a dimagrire fino a 2 chili in due giorni. Naturalmente si tratta di premesse che già dovrebbero metterci qualche pulce nell'orecchio, in quanto per riuscire a dimagrire seriamente bisogna seguire uno schema alimentare e non ci si riesce certo dall'oggi al domani. Ma cosa prevede nello specifico la dieta delle 72 ore?

La dieta delle 72 ore: caratteristiche
E' una dieta che fondamentalmente aiuta a depurare l'organismo e a diminuire il gonfiore addominale. Non va seguita per più di 3 giorni. Può poi essere ripetuta, ma solo dopo che siano passati almeno 3 mesi. Questa dieta prevede non più di 1200 calorie al giorno. Si tratta di un regime alimentare low carb che quindi prevede un basso apporto di carboidrati. Il pane integrale in effetti risulta l'unica fonte di carboidrati ammessa, ma soltanto a colazione e non negli altri pasti della giornata. Può rivelarsi utile per tenere sotto controllo il diabete e quindi i valori della glicemia. Riguardo alla frutta si fa eccezione solo per pompelmo e ananas, perché hanno proprietà drenanti. Sì alle verdure e alle tisane. Vanno esclusi cereali, legumi, patate zucchero e pasta.

Menù delle 72 ore: esempio

Primo giorno con tazza di latte parzialmente scremato con un caffè a cui aggiungere non più di un cucchiaio di zucchero. Come spuntino si può scegliere una tisana e per pranzo del tonno sott'olio accompagnato con dei pomodori. Come spuntino pomeridiano 10 grammi di cioccolato fondente. Per cena del carpaccio di salmone affumicato condito con olio e un pò di insalata.

Il secondo giorno invece prevede una colazione con un vasetto di yogurt a preferenza magro o greco accompagnato da una tazza di caffè con un cucchiaino di zucchero. Per lo spuntino è consigliabile la frutta secca. A pranzo un piatto di pomodori e mozzarella. Per cena invece 100 grammi di fesa di tacchino, in alternativa 140 grammi di pesce.

Il terzo e ultimo giorno può incominciare con la stessa colazione di uno dei primi 2. Per lo spuntino di prima mattina potete optare per un infuso allo zenzero. Per pranzo invece del pesce con dell'insalata. Per spuntino nel pomeriggio uno yogurt magro. Per cena un uovo sodo con una mozzarella da 100-125 grammi. Fondamentale in questa dieta l'apporto dell'acqua che non dovrebbe essere inferiore a 1,5-2 litri al giorno.
Si tratta di una dieta che dura solo 3 giorni, ma non si può certamente definire equilibrata. Il nostro organismo per funzionare non può fare a meno degli zuccheri. Se si eliminano del tutto si crea inevitabilmente uno squilibrio. Pertanto come nal caso delle altre diete, prima di seguirla, sarà bene chiedere il parere di uno specialista, un nutrizionista o dietologo, che saprà consigliarvi per il meglio.