Benessere Diabete

Dieta per la glicemia alta

Cibi sì e cibi no

La tua glicemia è alta? Scopri perché e cosa fare per mantenerla regolare. Non sempre alti valori di zuccheri nel sangue indicano il diabete, ma è una situazione comunque da controllare e riportare nella norma.

Come interpretare i valori di glicemia nel sangue?

La glicemia alta, o iperglicemia, si presenta quando la concentrazione di giù (zuccheri) nel sangue aumenta, superando i valori ritenuti nella norma. In genere si collega al diabete, ma in realtà non sempre è correlata a questa malattia. Stress, malattie della tiroide e alcuni farmaci come i betabloccanti possono infatti scatenarla.

I valori di riferimento per capire se la glicemia è troppo alta sono 110-126 mg/dl di sangue la mattina a digiuno.

Se si supera il valore limite di 126 mg/dl si è senza dubbio a rischio di diabete.

Anche livelli immediatamente inferiori (110-126) indicano comunque una condizione da tenere sotto controllo. In questi casi il medico prescriverà due esami per il controllo della glicemia: la curva di carico glicemico e la curva insulinica.

A cosa serve la curva insulinica?

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1565191074-3-tumino.gif

Con la curva di carico glicemico si valutano i livelli di zuccheri nel sangue a digiuno e dopo un pasto.

Se la glicemia, dopo 2 ore dall'aver mangiato, supera i 200 mg/dl la persona è diabetica; se è compresa tra i 140 e i 200 mg/dl di sangue la diagnosi sarà di glicemia alta a digiuno, una condizione da tenere sotto controllo, che favorisce il sovrappeso e la formazione di grasso addominale.

La curva insulinica, invece, valuta il funzionamento del pancreas, la ghiandola che produce l'insulina, l'ormone che ha il compito di ridurre i livelli di zuccheri nel sangue quando questi sono troppo alti.

In caso di glicemia alta cosa mangiare?

Suggerimenti a tavola.

Alimenti vietati

Cibi troppo dolci, come creme, torte, gelati, biscotti ecc., ma anche bibite e bevande in genere zuccherate; cereali e derivati (pane, pasta ecc.) raffinati (privati della crusca), i cui zuccheri arrivano rapidamente nel sangue con lo stesso effetto dei dolci; alcolici (fatta eccezione per mezzo bicchiere di vino ai pasti); alimenti troppo grassi come alcuni formaggi e salumi, il fastfood ecc.

Alimenti consentiti

Cereali e derivati (pane, pasta, riso, farine ecc.) integrali; carni magre, pesce (in questo caso il pesce grasso è consentito e aiuta anche a prevenire il disturbo); verdura e frutta fresche e di stagione; legumi; patate (in padella, al forno, lessate e mangiate con la buccia); tofu, bistecca di soia, tempeh, seitan; stevia (da usare al posto dello zucchero).

Glicemia alta: la dieta consigliata

Con cereali integrali e verdure, da abbinare a proteine e grassi buoni, questo schema per i cinque pasti quotidiani può essere usato per prevenire il diabete.

Menù quotidiano della dieta per la prevenzione della glicemia alta

1° Giorno

COLAZIONE

1 tazza di caffè d'orzo e latte magro, 3 fette biscottate integrali con 3 cucchiaini di marmellata senza zucchero, 1100 g di fragole, 4 mandorle.

SPUNTINI

1 mela bio con la buccia e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale.

PRANZO

1 porzione di riso integrale con tacchino, 250 g di pomodori tagliati a tacchetti e conditi con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva, 1 pizzico di sale marino integrale e 1 presa di curcuma.

CENA

1 porzione di lenticchie profumate, 250 g di peperoni tagliati a tocchetti e passati in padella con un filo d'olio, 50 g di pane integrale.

2° Giorno. Menù ricco di zinco anti-iperglicemia.

Con pane integrale, formaggio grana ed erbe aromatiche ricche del minerale che contribuisce al buon funzionamene del pancreas e al controllo degli zuccheri nel sangue.

COLAZIONE

1 tazza di caffè d'orzo e latte magro; 60 g di pane integrale con 3 cucchiaini di marmellata senza zucchero; 1 mela bio con la buccia; 4 mandorle.

SPUNTINI

4 albicocche e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale.

PRANZO

1 porzione di risotto al grana; Insalata di songino e pomodori condita con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva e 1 pizzico di sale marino integrale.

CENA

1 porzione di gamberetti e piselli, 200 g di carote cotte al vapore condite con un filo d'olio e 1 pizzico di sale; 50 g di pane integrale.

3° Giorno. Menu gustoso a basso carico glicemico.

Con pasta integrale del tipo spaghetti (a basso indice glicemico) e pesce ricco di Omega 3, ecco un esempio di stile alimentare utile anche per eliminare il grasso superfluo.

COLAZIONE

1 tazza di té verde; 4 biscotti secchi integrali; 1 yogurt magro naturale; 20 ciliegie o 1 mela bio con la buccia; 4 mandorle.

SPUNTINI

1 pera e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale; 1 tazza di té verde (sia a metà mattina che a metà pomeriggio).

PRANZO

1 porzione di spaghetti al pomodoro e acciughe; 120 g di salmone alla piastra; 100 g di lattuga con 1 piccolo ce­triolo affettato conditi con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva, succo di limone e 1 presa di pepe.

CENA

1 porzione di palamita alla mediterranea; 200 g di spinaci (anche surgelati) lessati e passati in padella con un filo d'olio; 50 g di pane integrale.

4° Giorno. Menu equilibrato per evitare picchi glicemici.

Cinque pasti bilanciati e gustosi che forniscono tutte le sostanze giuste per la prevenzione di iperglicemia, diabete, sovrappesi e ipercolesterolemia.

COLAZIONE

1 tazza di té verde; 4 biscotti secchi integrali; 1 yogurt magro naturale; 20 ciliegie o 1 mela; 4 mandorle.

SPUNTINI

1 mela bio con la buccia e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale.

PRANZO

1 porzione di orzotto con ceci e pomodori; 250 g di zucchine saltate in padella con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva e 1 pizzico di sale marino integrale.

CENA

1 porzione di insalata di pollo e rucola; 200 g di peperoni saltati in padella con cucchiaini di olio e poco sale; 50 g di pane integrale.

Il consiglio del nutrizionista. Per favorire il controllo degli zuccheri è utile bere acqua in abbondanza, almeno 8 bicchieri al giorno, per contribuire a diluirne la concentrazione nel sangue.