Attualità

Beni culturali: intesa Parco Archeologico Pantelleria-Comune

PANTELLERIA (TRAPANI), 16 AGO Un accordo per la valorizzazione dei Beni culturali di Pantelleria, dal ricco patrimonio archeologico alla realizzazione di nuovi spazi espositivi e museali. E' questa la proposta lanciata dal direttore del Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria, Bernardo Agrò, al sindaco dell'isola, Vincenzo Campo, che verrà ratificata nei prossimi giorni con un protocollo d'intesa che sarà siglato dai due enti. L'obiettivo è quello di sviluppare relazioni interistituzionali, attraverso un'azione culturale integrata, con la realizzazione di mostre ed eventi nella struttura monumentale del Castello, che potranno usufruire della direzione tecnico scientifica del Parco e con attività di sostegno da parte del Comune. "Un progetto spiega l'architetto Bernardo Agrò che intende divulgare la conoscenza del patrimonio culturale anche in ambiti che hanno quale pietra miliare l'archeologia, e che accolgono anche altri tematismi quali la pittura, la scultura e la cultura etnografica ed antropologica. Ciò porterà alla creazione di un sistema dinamico degli spazi culturali, con regole e dinamiche congiunte, pur mantenendo la specificità di ciascun luogo". L'accordo è stato annunciato nel corso di un convegno che si è tenuto a Pantelleria per ricordare l'assessore ai Beni Culturali Sebastiano Tusa, scomparso nel disastro aereo di Adis Abeba, alla presenza del vice presidente della Regione Gaetano Armao e della dottoressa Valeria Li Vigni, che è stata appena nominata Sovrintendente del mare in Sicilia, la struttura creata Sebastiano Tusa appunto che l'aveva anche diretta. Il sindaco Vincenzo Campo e l'assessore alla cultura Claudia Della Gatta hanno condiviso pienamente lo spirito dell'iniziativa. "Questo accordo dice il sindaco vuole fare del Parco di Pantelleria la punta di diamante dello sviluppo dell'isola, nello spirito dell'opera svolta da Sebastiano Tusa".
    "Per me gli fa eco Agrò è l'avvio di un importante percorso che ho pensato e al quale sto dando corpo, nel solco dell'insegnamento dell'amico Sebastiano Tusa che aveva concepito questo grande parco dalle mille sfaccettature, come un luogo dalle infinite risorse da tutelare e valorizzare, seppur nella complessità di una gestione che prevede l'intervento di diverse istituzioni". Agrò in un messaggio letto nel corso del convegno annuncia inoltre il consolidamento di un rapporto di collaborazione con l'Università di Tubinga che il 27 agosto avvierà anche a Pantelleria "Il cantiere della conoscenza", l'iniziativa già promossa dal direttore del Parco a Selinunte e con i numerosi cantieri di restauro condotti con la Soprintendenza di Agrigento.(ANSA).