Benessere Cibo e malattie

Dieta: cosa mangiare con la febbre

L'alimentazione adeguata per i periodi di convalescenza

Dieta: cosa mangiare con la febbre

Con la stagione invernale, al sopravvenire dei primi freddi, può capitare di trovarsi qualche giorno a letto con la febbre anche piuttosto alta. Spesso non si tratta di vera e propria influenza, ma di virus para-influenzali che producono sintomi simili a quella dell'influenza. In questi casi, oltre a qualche farmaco da banco per attenuare i sintomi, possiamo aiutarci con la dieta. In particolare queste sindromi parainfluenzali tendono a toglierci l'appetito, per cui è consigliabile seguire una dieta specifica che contempli soprattutto alimenti ricchi di vitamine e sali minerali.

La febbre è un meccanismo di difesa che l'organismo mette in atto in caso di infezioni. E' anche una sorta di segnale per il sistema immunitario che si attiva alla ricerca di agenti patogeni da eliminare. Pertanto se il termomentro non segna i 38-39 gradi, si può anche aspettare prima di prendere un farmaco per abbassare la temperatura.

Cosa mangiare in caso di febbre
1) Bere molta acqua. E' un classico consiglio che funziona sempre. Con l'aumento della temperatura si suda di più e quindi l'organismo perde più liquidi. Inoltre non è raro che la febbre si accompagni anche a sintomi gastro-intestinali che aumentano la disidratazione. L'acqua è l'elemento prezioso che aiuta a reintegrare i sali minerali e i liquidi persi con la sudorazione. Possiamo ricorrere anche a qualche bevanda, ad esempio il tè nero oppure a qualche tisana con curcuma e zenzero.
2) Brodo di pollo. Classico rimedio della nonna. E' l'ideale in quanto è leggero e nutriente al tempo stesso. Nel caso vi si può aggiungere anche del riso o della pastina per riabituare l'organismo a nutrirsi con cibi solidi.
3) Pesce. Al posto della carne si può anche optare per questo alimento che ci fornisce acidi grassi essenziali omega-3 che ci aiutano a formare nuovi anticorpi per contrastare i virus.
4) Banana. E' un frutto ricco potassio, ferro e fibre che aiuta l'organismo a rispondere meglio alla febbre e ai dolori articolari che questi virus comportano.
5) Verdure quali spinaci, broccoli, asparagi, pomodori, ceci, sono ricchi di vitamina E, utile in caso di febbre. La si trova anche nelle noci, pistacchi, mandorle, semi di zucca, noci, nocciole. La Vitamina C invece è contenuta in abbondanza negli agrumi e nel kiwii. Molto indicati anche gli ortaggi che contengono beta-carotene e vitamina A in quanto rafforzano il sistema immunitario quali fagioli, spinaci, peperoni, piselli, cavolo.
6) Miele. E' ideale se consumato col latte caldo. Sono note le proprietà antinfettive di questo alimento che lenisce il mal di gola e la tosse, in quanto calma l'irritazione.


© Riproduzione riservata