Attualità Ragusa

A Ragusa una strada degli scrittori

Incontri con i sindaci per costituire comitato promotore

Ragusa - Nelle more di applicazione del regolamento di attuazione per il riconoscimento dei percorsi letterari di Sicilia, il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Salvatore Piazza, accogliendo la proposta del deputato regionale Nello Dipasquale, ha indetto per venerdì 15 novembre p.v. una riunione dei sindaci dei comuni iblei per procedere ad individuare un comitato promotore che si attivi per l’istituzione dei “Percorsi letterari di Sicilia”. L’obiettivo fissato nel disegno di legge è quello di unire i luoghi legati alla memoria di poeti, scrittori e drammaturghi che sono nati e vissuti in Sicilia e di valorizzare e pubblicizzare il patrimonio letterario dell’Isola e delle singole province. I percorsi letterari saranno segnalati con apposita cartellonistica per raggiungere i luoghi in cui hanno vissuto gli scrittori e i poeti siciliani o quelli descritti nelle loro opere in un itinerario che coinvolgerà siti naturali, archeologici, luoghi enogastronomici, casa natale o i luoghi di frequentazione e conversazione. Ragusa è ricca di scrittori e luoghi: dal premio Nobel Salvatore Quasimodo e della sua casa natale di via Posterla a Modica, da Gesualdo Bufalino a Comiso, a Serafino Amabile Guastella a Chiaramonte Gulfi ad Emanuele Mandarà a Vittoria a Vann’Antò a Ragusa ma anche ai luoghi iblei frequentati da Leonardo Sciascia e Vincenzo Consolo.

“Credo che il disegno di legge approvato – dice il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa – possa contribuire a migliorare l’offerta turistica della provincia di Ragusa e offrire nuove opportunità culturali e di sviluppo economico. L’istituzione dei percorsi letterari è un ulteriore elemento di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale che va nella direzione della promozione turistica”.