Benessere Sgonfiapancia

Dieta dell'insalata per dimagrire: ecco come funziona

L'insalata ha una virtù: sazia facilmente

Si tratta di un regime dimagrante che può farci perdere fino a 5 chili in un mese. Questa dieta presenta dei vantaggi da vari punti di vista perché non solo ci permette di dimagrire, ma è anche molto pratica da seguire perché i piatti possono essere preparati in poco tempo, per cui è l'ideale anche per chi lavora e mangia spesso fuori e quindi ha poco tempo per cucinare. La dieta dell'insalata è indicata anche per contrastare inestetismi quali pancia gonfia, gambe pesanti e la famigerata cellulite. Inoltre con questo regime dietetico che prevede l'utilizzo delle verdure, si possono sempre provare combinazioni nuove, per cui è anche divertente da seguire . Oltre a ciò l'insalata è anche molto saziante, per cui non ci troveremo alle prese con tentazioni di snack e merendine fuori orario. Naturalmente prima di cominciarla bisogna sempre consultare il proprio medico di famiglia.

Dieta dell'insalata: un esempio di menù
Come al solito valgono alcuni consigli di carattere generale per portare a termine con successo questa dieta. Ad esempio è importante bere 1,5 litro di acqua al giorno e fare dell'esercizio fisico: o delle camminate di almeno 30 minuti al giorno, in alternativa si possono praticare esercizi a corpo libero direttamente a casa.
Colazione: una tazza di tè verde oppure uno yogurt accompagnato con del pane integrale e frutta fresca.
Pranzo: una insalata di verdure miste.
cena: insalata di lattughe accompagnata da tonno pomodori, cetrioli, olive nere e cipolla.
Di seguito il menù settimanale
Lunedì
Pranzo: insalata di lattuga con pomodori, carota grattugiata e sesamo. A seguire un piatto di pesce cotto alla griglia, al forno o lesso. Un frutto a piacere tranne la banana.
Cena a scelta: insalata di lattuga, con pomodori, tonno, olive nere, cipolla e cetrioli oppure in alternativa insalata di ananas al naturale con prosciutto cotto.
Martedì
Pranzo: ricalca grossomodo il menù del lunedì. Insalata a base di lattuga con pomodoro, sedano e carota. Per secondo del filetto di vitello cotto alla griglia. Per concludere il pasto uno yogurt magro.
Cena: insalata di fagiolini, polpa di granchio e pomodoro oppure in alternativa insalata di polpo cotto all'agrodolce con pomodoro, cipolla e peperone.
Mercoledì
Pranzo: sempre insalata di lattuga, pomodoro, sedano e carota. Per secondo un piatto di frutti di mare alla griglia. Frutta a scelta.
Cena: insalata di lenticchie a cui aggiungere tonno, cipolla, peperone e un uovo sodo oppure insalata di patate lesse, pomodori, tonno, gamberetti, peperoni e cipolla.
Giovedì
Pranzo: insalata di pollo con ceci e cipolle. Utilizzate l'olio di oliva per condirla e succo di limone. Frutta scelta.
Cena: insalata di cozze, gamberi, polpa di granchio, lattuga, pomodoro, cipolla e peperoni condita sempre con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva.
Venerdì
Pranzo: insalata di verdure miste accompagnata con del riso. Frutta di stagione. Cena: insalata di polipo con sedano e tarassaco.
Sabato
Pranzo: Insalata mista accompagnata da del formaggi magro e condita con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva.
Cena: insalata di champignon con gamberi.
Domenica
Pranzo: insalata con pomodori, noci e quinoa con mezzo cucchiaio di olio extra vergine di oliva. Frutta a scelta.
Cena: insalata di asparagi con gamberi oppure insalata con tonno al naturale, pomodori e cetrioli condita con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva.