Benessere Dieta della camminata

Camminare allunga la vita

La camminata veloce è anche un pottimo antidepressivo

Dieta della camminata. Camminare almeno 30 minuti al giorno è un vero e proprio toccasana per la salute. Soprattutto se non si è molto allenati, meglio preferire la camminata alla corsa. Hai mai pensato a quanto fa bene camminare?

Hai mai notato come, spesso, per schiarirti le idee e scaricare lo stress, sia sufficiente uscire a fare una bella passeggiata? Già dopo qualche minuto inizi a sentirti meglio e, una volta tornata a casa, quello che ti tormentava è scomparso dalla tua mente. E’ dimostrato che camminare porta tanti benefici, legati all'umore, ai muscoli e alle ossa, al cuore, alla respirazione… insomma, un vero toccasana per qualunque tipo di problema. In più, non costa niente e non ha controindicazioni.

Camminare allunga la vita

Uno stile troppo sedentario è un grande rischio per la salute.

Sappiamo, ormai da tempo, che una camminata veloce quotidiana è in grado non solo di permetterci di dimagrire e buttare giù quei chili di troppo che tanto ci infastidiscono, ma anche di rassodare gambe, cosce e glutei, allenare l’apparato cardiorespiratorio e mantenere la mente in forma. E non è tutto perché camminare, riduce il rischio di malattie cardiache e i livelli di colesterolo LDL (quello cosiddetto cattivo), mentre aumenta i livelli dell’HDL (quello buono). Infine i ricercatori confermano come una moderata attività fisica basata sul cammino regolare può persino inibire l’insorgere del diabete.

Se sei sempre impegnato e non hai mai abbastanza tempo per praticare un po’ di sport, trova almeno 30 minuti al giorno per fare una passeggiata. Ti darà più benefici di quanto tu possa immaginare.

Camminare non richiede uno sforzo fisico eccessivo e permette di fare movimento ogni giorno con costanza senza affaticarsi troppo e senza annoiarsi.

Ogni giorno potete cambiare percorso oppure decidere di fare una passeggiata in compagnia di persone diverse o di sfruttare la camminata per andare alla scoperta di strade, percorsi o luoghi che non avevate mai attraversato. Camminare garantirà al vostro organismo numerosi vantaggi. Vi aiuterà a mantenervi in forma, a perdere peso e a sentirvi più giovani, insomma potremmo proprio dire: camminare ; allunga la vita.

Riassumendo: ecco quali sono i principali benefici di una sana camminata all'aria aperta

- Riduce il rischio di Cancro al seno

- Riduce il rischio di Malattie cardiache

- Allunga la vita

- Perdere peso più velocemente

- Prevenire il Diabete

- Stimola la Creatività

- Aumenta la produttività

- Previene l’obesità infantile

- Aumenta le difese immunitarie

- Risveglia la Tiroide.

- Vi abbiamo convinto o siete ancora scettici sul fatto che camminare vi allunga la vita?

Anche secondo una ricerca condotta dalla London School of Economics camminare è la ginnastica migliore per stare in rimanere in forma. Non hai bisogno di attrezzature particolari, nè di andare in un posto specifico. Se vai a camminare puoi gestirti come meglio preferisci, scegliere di farla in compagnia o in solitudine e quando e dove vuoi. Il tuo corpo e la tua mente ti ringrazieranno.

Camminare e i rischi del diabete

Camminare aiuta a prevenire non solo i problemi articolatori, cardiaci e polmonari, ma accelera il metabolismo e riduce il rischio di diabete: una camminata aiuta infatti a metabolizzare il glucosio e attiva tutto il corpo, facendolo funzionare in modo molto più veloce e fluido.

Camminare riduce il rischio delle malattie

Grazie al migliore funzionamento del sistema circolatorio, le tue difese immunitarie saranno più attive, aumenterà il rilascio di endorfina, stimolerà il sistema linfatico, diminuirà il livello di stress e ti sentirai più riposato: requisito essenziale per permettere al tuo sistema immunitario di lavorare più efficacemente.

Quanto bisogna camminare durante il giorno per trarne benefici?

Camminare per una ventina di minuti riattiva il metabolismo e ossigena i tessuti, con un favoloso effetto anti age: la tua pelle acquisterà subito un colorito più sano. Inoltre è un tipo di esercizio che migliora il sonno, calma l‘ansia e aiuta concentrazione e memoria. Ma è sull'umore che il camminare porta i benefici maggiori.

Con una semplicissima camminata di 25 minuti, fatta in modo regolare, puoi allungare la tua vita da 3 a 7 anni in più, sostengono gli scienziati. Infatti camminare dimezza il rischio di infarto dopo i 50 anni e riduce la possibilità di ammalarsi, permettendoti di condurre una vita più sana e longeva.

Camminare è il moto più naturale – hanno sintetizzato gli studiosi inglesi – mezz'ora al giorno di cammino sono meglio della palestra per mantenersi in forma.

Una passeggiata veloce di un’ora al giorno, invece, può dimezzare gli effetti della predisposizione ereditaria all'obesità, allontanare i rischi di problemi cardiocircolatori e di calo di memoria, tenere a bada stress e depressione. Gli studi dimostrano infatti che una camminata veloce è un efficace metodo antidepressivo: provoca un rilascio di endorfine, che persiste anche nelle ore successive, e che permette di percepire un forte stato di benessere.

Alla fine, ciò che conta, mentre camminate, è che vi ti lasciate andare, respirando profondamente e cercando di godere della luce del sole e dell’aria frizzante, godendovi appieno le sensazioni del vostro corpo. Non è importante andare a passo spedito, anche se questo aiuta a ritrovare la forma fisica. Trovate il vostro ritmo, scacciate la pigrizia e libera la mente: un passo alla volta ritroverete l’ottimismo e il buonumore.

E allungherete l'aspettativa di vita, perché camminare come avrete capito, allunga la vita.


© Riproduzione riservata