Attualità Modica

Italia Viva, Ignazio sì, Ignazio no...

E dire che nel 2013 Renzi fece un comizio a Modica contro Abbate...

Modica - Domenica sera il suo nome campeggiava nel sito ufficiale del movimento di Matteo Renzi. Era lui, insieme alla consigliera di Scicli Marianna Buscema, il coordinatore provinciale di Italia Viva! Ma lunedì mattina, quando già i giornali avevano fatto anche gli screenshot della fonte ufficiale e avevano diffuso la notizia, si avvertiva la puzza di bruciato. Il nome di Ignazio Abbate, sindaco di Modica, il suo profilo, le sue cariche erano stati rimossi in poche ore.

Cosa è accaduto?

Una caccia alla volpe quella dei colonnelli renziani, pronti ad accaparrarsi il sindaco acchiappavoti o il semplice e puro pentimento di Ignazio, dovuto alla prudenza per una scelta ancora prematura a fronte di sondaggi che danno Italia Viva solo al 4%?
Il sindaco di Modica da mesi intrattiene rapporti con Renzi e i renziani. Sembra davvero lontano quel giugno del 2013 quando Renzi, in chiusura di campagna elettorale, comiziò sotto il Municipio, in Piazza Principe di Napoli, per sostenere la candidatura di Giovanni Giurdanella, proprio contro Ignazio Abbate. Ma la politica non ha più memoria.
Italia Viva di Matteo Renzi poteva essere la ideale casa di approdo per il sindaco di Modica, in vista di mire espansionistiche palermitane. Ignazio ambisce a un seggio all'Ars, non è un mistero. Ma il temporeggiare cui ha sottoposto l’estamblisment dell’ex Presidente del Consiglio, evidentemente, stava creando imbarazzando tra i costituenti siciliani. E così domenica sera il nome di Abbate pubblicato nel sito del partito, fra i quadri dirigenti. 
Ora è chiaro invece che le due anime, abbatiana e renziana, non convergano, almeno al momento.
Qui, però, la questione è un'altra.

Una è politica. Difficilmente un partito nomina come proprio rappresentante un soggetto istituzionale sulla base di spettri visionari, e senza neanche interpellarlo. E fosse vero, sarebbe grave...
L’altra questione è di colore. Ignazio Abbate oggi ha mandato la smentita agli organi di informazione che non avevano dato la notizia precisando che nessun contatto e nessuna adesione è stata mai trattata con Italia Viva.
Uno spartito che, pare, non sia piaciuto ai colonnelli renziani.