Attualità Viso

Sport invernali, come proteggere davvero la pelle?

Idratazione e crema

Le ferie natalizie sono ormai passate, ma le vacanze invernali all’insegna delle settimane bianche stanno cominciando proprio ora e sono in molte ad avere in programma un’uscita ad alta quota. Che si tratti di una vera e proprio vacanza o un semplice week end in baita, è necessario non trascurare la cura della propria pelle. Anzi, proprio trovandosi in un clima freddo e spesso soggetto a sbalzi di temperatura tra l’ambiente esterno e interno, la pelle tende a soffrire maggiormente. Vediamo quindi cosa portare sempre con sé e come proteggere le zone più delicate del viso e in generale il benessere della pelle.

Sport invernali e pelle, come idratarsi al meglio
Preparare il beauty da portare in montagna non è difficile, ma bisogna comunque prendere qualche piccola precauzione e non dimenticarsi alcuni prodotti essenziali, in quanto il clima sarà sicuramente ostico. Da un lato, infatti, i raggi del sole saranno molto più ravvicinati, dall’altro le temperature saranno più fredde e tenderanno a seccare la pelle.
La parola d’ordine, anche in questo caso, è: idratazione. Il detergente è sicuramente la base con cui partire, importante sceglierne uno molto delicato e che non irriti la cute. Se si parte per più giorni, bisogna portare anche uno scrub dai microgranuli finissimi e una maschera viso idratante. Non solo idratazione, ma anche attenzione e cura: altro must è la crema all’acido ialuronico di Nivea ad esempio, che idrata a fondo e allo stesso tempo protegge dall’invecchiamento cutaneo. In questo modo si preserva anche la pelle dai continui sbalzi di temperatura.

Cosa succede alla pelle con il freddo?
Le temperature basse stimolano la presenza dei termorecettori, i responsabili dell’attivazione dei processi che limitano la dispersione del calore. L’effetto visibile che ne consegue è il classico colorito spento e opaco del viso durante questo periodo dell’anno. 
Si aggiungono anche gli sbalzi di temperatura tra gli ambienti, che incentivano la perdita dell’acqua e impoveriscono la barriera idrolipidica, che ci protegge dagli agenti atmosferici. Il risultato? Pelle secca, screpolata, arrossata e la fastidiosa sensazione della pelle che “tira”.
Questi processi colpiscono tutta la pelle a contatto con l’esterno, ecco perché oltre al viso bisogna fare attenzione alla labbra, portandosi un burrocacao nutriente sempre in borsa, e le mani. In quest’ultimo caso, meglio scegliere una crema a base di glicerina o burro di Karité, da applicare più volte al giorno.

Come proteggere occhi e viso d’inverno (ed eliminare le rughe)?
Anche gli occhi necessitano un’attenzione particolare in questa stagione, proteggerli non è quindi opzionale. Porta sempre con te degli occhiali da sole, anche quando il cielo è coperto i raggi ultravioletti ci colpiscono ugualmente, a maggior ragione se vi trovate sulle piste da sci. 
Per i più sensibili si può optare anche per un cappello con la visiera; può sembrare magari scomodo, ma sarà una vera e propria salvezza. Infine, bisogna sempre ricordare di mantenere gli occhi umidi; così come la pelle anche loro tendono a seccarsi: sono indispensabili lacrime artificiali o collirio.

Prevenzione delle rughe?
Le rughe intorno agli occhi sono le prime a comparire, anche in questo periodo è possibile prendersene cura, non soltanto optando per una crema apposita e che idrati in profondità, ma anche attraverso piccole accortezze quotidiane. Bisogna ricordarsi di dormire tanto e con la testa leggermente rialzata, così da non far accumulare i liquidi e non gonfiare ulteriormente l’occhio. Mantenere uno stile di vita attivo e sano ed evitare quanto possibile il consumo di fumo e alcol, che velocizzano il processo di invecchiamento della pelle: questi sono consigli sempre attuali.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1590045205-3-crai.gif

Protezione anche dopo lo sci

A seguito di una lunga giornata sulle piste da sci, infine, bisogna lavare la pelle con acqua fresca o tiepida, così da non alterare il film idrolipidico, usate un sapone che rispetti il vostro pH naturale e che non produca troppa schiuma.