Benessere Peso forma costante

Come mantenere i risultati raggiunti con la dieta

Le attività alimentari e quelle collaterali

Dimagrire, come ben sa chi si mette a dieta, è un obiettivo che richiede una buona dose di volontà e di impegno. A maggior ragione quindi una volta raggiunto il peso forma vogliamo mantenerlo per non gettare alle ortiche i risultati ottenuti durante il periodo della dieta. In effetti chi ha seguito un regime dietetico sa per esperienza personale che non è tanto difficile raggiungere il proprio peso forma, quanto riuscire a mantenerlo. Pertanto anche dopo aver perso i chili di troppo sarà necessario seguire delle corrette abitudini alimentari che potremmo definire di mantenimento. L'obiettivo di fondo è quindi riuscire a mantenere il peso forma a lungo termine. Di seguito le indicazioni per ottenere e mantenere i risultati raggiunti con la dieta.

Indicazioni propriamente alimentari
1) Evitate le diete restrittive perché non sono realmente utili per perdere peso a lungo termine, in quanto risultano carenti di nutrienti e stressano l'organismo. Dopo diete di questo tipo infatti si riprendono con facilità i chili persi. Discorso analogo per le diete proteiche. Anche in questo caso gli esperti sottolineano che sebbene facciano dimagrire in poco tempo, non sono utili per perdere peso in maniera sana peché sovraccaricano fegato e reni.
2) Non saltate la colazione perché si tratta del pasto più importante della giornata. Ve lo sarete sentito ripetere una infinità di volte fino alla noia, ma è una regola sempre valida. E' da preferire una colazione a base di latte e cereali oppure yogurt e frutta. Da evitare invece i succhi di frutta perché contengono molti zuccheri.
3) Fate pasti regolari. Masticate lentamente perché favorisce la digestione e aumenta la sensazione di sazietà. Bere a sufficienza ci aiuta a mantenere idratato l'organismo e a liberarci dalle tossine. Il tè verde o il tè rosso sono utili allo scopo.
4) Scegliete cibi dall'alto potere saziante. In questo senso gli esperti suggeriscono di consumare i legumi. Questo alimento ci fornisce un ottimo apporto di proteine ed è utile anche contro il colesterolo nocivo.
5) Ogni tanto si può fare una eccezione e quindi possiamo concederci qualche sfizio che non va ad inficiare la dieta. L'importante è ripartire e riprendere le buone abitudini senza mandare all'aria tutti i sacrifici fatti fino a quel momento. Insomma un dolcetto in compagnia non ci farà riprendere di colpo i chili persi. Magari il giorno dopo possiamo compensare andando a ridurre l'apporto di carboidrati e grassi. Naturalmente non bisogna esagerare. In particolare fritti e alcolici vanno tenuti sempre sott'occhio.

Non rimettere i chili persi: indicazioni a complemento della dieta
1) E' importante imparare a gestire lo stress. Si tratta in effetti di un nemico subdolo e insidioso per la nostra salute. Alti livelli di cortisolo (l'ormone dello stress) sono associati all'aumento dell'appetito, in particolare della fame nervosa e del grasso addominale. Lo yoga e l'attività fisica, ad esempio la ginnastica dolce, possono venirci in aiuto per controllare lo stress.
2) Dormire a sufficienza. Numerosi studi evidenziano che la mancanza di sonno si ripercuote anche sull'assetto ormonale favorendo l'aumento di peso e la scelta di alimenti ad alto tasso calorico o comunque di cibi dallo scarso valore nutritivo. E' importante quindi cercare di andare a dormire sempre agli stessi orari: in media abbiamo bisogno di 7-8 ore di riposo a notte.
3) Bilancia. E' sufficiente pesarsi una volta a settimana per monitorare l'andamento della dieta. L'importante è che non diventi un'ossessione e quindi una fonte di stress.
4) Praticare una attività fisica in quanto ci permette di raggiungere due obiettivi: ci consente di dare un taglio netto alle calorie extra e anche di mantenere attivo il metabolismo.


© Riproduzione riservata