Benessere Coronavirus

Come disinfettare frutta e verdura in modo naturale

Usare l’aceto per disinfettare frutta e verdura

Ormai tutti conosciamo o dovremmo ormai conoscere le norme di comportamento per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus, il Sars-CoV-2. Molti si chiedono quali regole seguire in cucina e se il virus può essere trasmesso attraverso il cibo. Normalmente le malattie respiratorie non si trasmettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto tra alimenti crudi e cotti. Non ci sono prove scientifiche che il nuovo coronavirus sia trasmesso dal cibo. In via precauzionale va evitato il consumo di alimenti crudi o poco cotti di origine animale.

L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda, in via precauzionale, di evitare il consumo di alimenti crudi o poco cotti di origine animale come carne, pesce, latte e uova e di prestare molta attenzione in fase di manipolazione durante la preparazione, al fine di evitare la contaminazione crociata con alimenti già cotti e pronti per il consumo. Queste regole sono comunque già abbondantemente rispettate dagli OSA (Operatori del Settore Alimentare), già prima dell’allarme coronavirus, in rispetto del Reg.(UE) 852/04. Nelle nostre cucine, come in quelle dei ristoranti, i microrganismi più temuti sono e restano ancora Salmonella spp. , Campylobacter e Listeria monocytogenes (certo questi sono batteri che al contrario dei virus possono vivere anche fuori l’organismo, superfici, utensili e mani) quindi è bene continuare sempre a prestare la massima attenzione specialmente quando si preparano gli alimenti per il consumo..

Ma cosa fare con frutta e verdura cruda?

Come ritenuto dai Centers for Disease Control americani l’eventuale rischio di trasmissione del coronavirus è molto basso, considerando che raramente il cibo crudo viene consumato subito dopo la raccolta o la produzione, e che durante il tempo necessario per la distribuzione il virus dovrebbe perdere vitalità. Tra gli effetti provocati dalla diffusione del coronavirus, c’è la corsa all’acquisto dell’Amuchina, preferibilmente in forma di gel disinfettante per le mani. L’Amuchina in forma di sterilizzante è molto utilizzata da donne incinte negative alla toxoplasmosi per disinfettare frutta e verdura. La frutta e la verdura sono indispensabili per fare il pieno di vitamine (soprattutto quelle del gruppo B, C e D) e minerali come zinco e selenio, essenziali per anticorpi e globuli bianchi. Alimenti, essenziali per potenziare le difese immunitarie.

Scopriamo come disinfettare al meglio, e in modo naturale, frutta e verdura, una classe di alimenti fondamentale per un’alimentazione salutare.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1599660011-3-crai.gif

Frutta e verdura sono parte fondamentale della nostra alimentazione. Fornendo vitamine e microelementi essenziali al nostro organismo, aiutano a prevenire la formazione di vari malanni e patologie. Tuttavia, la loro utilità non impedisce che vengano a contatto con germi e batteri. Per questo motivo, disinfettare frutta e verdura è particolarmente importante. Soprattutto considerando che stiamo parlando di alimenti che vengono spesso consumati a crudo. Nell’articolo di oggi, andremo a scoprire tre metodi che permettono di pulire frutta e verdura in modo naturale.

Disinfettare frutta e verdura con gli oli essenziali Conosciuti anche per le loro proprietà antisettiche, gli oli essenziali sono sicuramente una valida alternativa quando si parla di disinfettare frutta e verdura in modo naturale. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1599660011-3-crai.gif

In particolare, parliamo dell’olio essenziale di tea tree, un antibatterico e antinfiammatorio estremamente efficace. Per poter pulire i nostri ortaggi, basterà aggiungere qualche goccia, parliamo di circa 4 o 5, in un catino pieno d’acqua. Pulite la frutta e la verdura utilizzando l’acqua e, in seguito, lasciate i prodotti ammollo per pochi minuti. Una volta finito, sciacquateli sotto acqua corrente e saranno pronti per essere consumati.

Il bicarbonato di sodio

Forse non in molti lo sanno, ma il bicarbonato di sodio è un ottimo disinfettante. Per disinfettare la vostra frutta e verdura, procuratevi un recipiente pieno d’acqua e aggiungeteci un paio di cucchiai di bicarbonato. Dopodiché, pulite accuratamente con le mani e, al termine del processo, lasciate riposare in acqua per una decina di minuti. Una volta risciacquato il tutto, il vostro cibo potrà essere utilizzato.

Usare l’aceto per disinfettare frutta e verdura

Un altro prodotto presente in molte cucine, e adatto per disinfettare frutta e verdura, è l’aceto di mele. In aggiunta, oltre a eliminare i batteri grazie ai suoi composti organici, aiuta a prolungare la conservazione di frutta e verdura. Per ottenere l’effetto desiderato, immergete frutta e verdura in un contenitore pieno d’acqua contenente una parte di aceto (il rapporto dovrà essere all’incirca 30% aceto e 70% acqua). Dopo aver lasciato riposare i vostri ortaggi per circa venti minuti, puliteli attentamente, sciacquateli e il gioco è fatto. Inoltre, è possibile inserire la soluzione di acqua e aceto all’interno di uno spruzzino e utilizzarla per uccidere i batteri presenti sulla buccia di frutta e verdura. Quest’ultimo metodo è sicuramente più rapido. Tuttavia, è meno efficace: utilizzarlo solamente su prodotti già in parte puliti.

Come dichiarato anche dall’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) non ci sono prove scientifiche al momento che il nuovo coronavirus sia trasmesso dal cibo. Ribadiamo però che è necessario prendere le dovute precauzioni: lavare bene e spesso le mani soprattutto quando si manipola il cibo; cuocere accuratamente gli alimenti di origine animale; prestare attenzione al rischio di contaminazioni crociate tra alimenti crudi e cotti durante la conservazione e la preparazione; lavare bene frutta e verdura anche utilizzando semplici sanificanti.


© Riproduzione riservata