Benessere Panificazione

Come sostituire il lievito di birra nella pizza?

Le alternative

Il Coronavirus ha costretto tutti in casa e la pratica più gettonata per passare il tempo sembra essere quello di cucinare, come se non ci fosse un domani. Un must è sicuramente la pizza, ma anche non mancano i dolci e in particolar modo, la gente ha riscoperto l’amore di fare il pane, in casa come ai tempi delle nostre nonne. Scarseggia però il lievito, ma pochi sanno che si può sostituire: vediamo insieme come.

A parte i ristoratori e i cuochi di professione privati del loro lavoro che regalano ricette quotidiane, postando a più riprese, video e piatti gourmet, a noi poveri reclusi c'è un sacco di gente che non resiste a farti sapere - ora più che mai - cosa metterà in tavola, a colazione, pranzo, merenda e a cena.

Ma sono sempre più frequenti sui social, post nei post serpeggia una paura (semmai ce ne fosse bisogno), della mancanza di materia prima: Farina, di tutte le specie, burro e nella maggior parte lievito.

La corsa ad accaparrarsi farina e lievito, non si spiega se non perché la maggior parte degli Italiani prepara a casa quello che resta il piatto preferito dagli italiani e non solo (e nel mondo) la pizza.

Senza lievito, però ahimè non c'è pizza, o dolce (a parte qualche eccezioni alimentari delle quali non stiamo qui a discutere) non tutto è perduto: si può fare (anche questo) in casa.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1585233698-3-crai.gif

L'ideale sarebbe farsi il lievito madre in casa e visto che di tempo ne avete a sufficienza, tanto, armatevi di santa pazienza e cercate uno dei tanti tutorial che spopolano sulla rete in questi giorni.

Il lievito di birra è sicuramente la tipologia di lievito più diffusa per la panificazione e altri lievitati, scacce, pizze ecc. I panetti di lievito di birra fresco, a prescindere dalla marca, hanno tutti un peso comune di 25 gr. I cubetti di lievito di birra hanno una scadenza (data entro la quale è preferibile la consumazione) di circa 1 mese e, al fine di mantenere la loro capacità fermentativa, devono essere conservati in frigorifero ad una temperatura tra i 2 e gli 8°C.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1583836590-3-cappello-peugeot.jpg

Il lievito è possibile trovarlo anche disidratato, tra gli scaffali, in bustine che hanno lunga scadenza. Una confezione di lievito secco equivale ad 1 cubetto di lievito di birra fresco.

La differenza è che, mentre il lievito in formato cubetto deve essere sciolto in un po’ d’acqua,( meglio se tiepida) quello disidratato può essere aggiunto direttamente agli ingredienti secchi. I tempi di lievitazione variano in base alla quantità di lievito, che a sua volta deve essere proporzionato alla farina. Ogni 500 grammi di farina dovrete usare 5 g di lievito di birra. Mettendone di più i tempi di lievitazione diminuiranno, mentre diminuendo il lievito si dovrà aspettare più tempo per la maturazione dell’impasto.

Tuttavia in mancanza del lievito di birra fresco, a cubetti, per intenderci che scarseggia in questi giorni tra il banco frigo dei supermercati, esistono diverse tipologie di agenti lievitanti per le ricette salate. Pasta madre solida e li.co.li sono i più naturali, ma in alcuni casi ci si può anche aiutare con il lievito chimico istantaneo.

La sigla li.co.li sta per lievito in coltura liquida, e si tratta quindi di un impasto molto più idratato rispetto alla pasta madre solida.

Oppure si può ovviare per altre soluzioni: Aceto di mele e bicarbonato; Succo di limone e bicarbonato; Yogurt bianco e bicarbonato; Cremor tartaro (che si trovano in farmacia e nei supermercati) e bicarbonato; Acido citrico e bicarbonato; Ammoniaca per dolci; Acqua minerale e bicarbonato. Tutti queste alternative le troverete facilmente sul web.

Come sostituire il lievito di birra (per 1 kg di farina):

1 cubetto di lievito di birra fresco corrisponde a:

1 bustina di lievito di birra disidratato

300 gr di pasta madre solida

400 gr di li.co.li

3 bustine di lievito chimico istantaneo (solo per pizze e focacce)

Ricetta per sostituire il lievito con quella bicarbonato più limone:

Per far lievitare 500 grammi di farina per la preparazione della pizza, ci vogliono due cucchiaini di bicarbonato e uno di succo di limone. Versate in una ciotola farina, sale, olio, acqua (frizzante) e impastate il tutto per bene (fino a quando non si appiccica alle mani) aggiungete subito il composto di limone e bicarbonato, incorporate all'impasto e stendete la pasta sulla teglia con i condimenti che preferite, poi procedete per la cottura come solitamente fate.

Alcuni consigli se si utilizza il bicarbonato

Per utilizzare il bicarbonato al posto del lievito sono necessarie due condizioni: lavorare bene l’impasto ed utilizzare una temperatura del forno più elevata del normale. L’impasto deve comunque riposare qualche ora per risultare davvero saporito Ai classici ingredienti come farina, olio e sale, non bisogna dimenticare di aggiungere un pizzico di zucchero che agevolerà la reazione chimica del bicarbonato.

Come sostituire il lievito di birra nella pizza, alternativa

Ricordiamoci, per prima cosa, di non usare il bicarbonato da solo. Dobbiamo avere cura di farlo reagire con un acido come il limone, l’aceto o lo yogurt.

Utilizzare succo di limone (o aceto)

Quando facciamo reagire il bicarbonato di sodio con il limone o l’aceto, solitamente li mescoliamo in quantità equivalenti.

Come preparare una pizza per quattro persone, le dosi per 4 persone:

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio.

1 cucchiaino di succo di limone (oppure di aceto bianco, a vostra scelta).

250 grammi di farina 00.

160 ml di acqua.

Un pizzico di sale. (senza eccedere)

Olio extra vergine di oliva quanto basta. ( solitamente 4 cucchiai).

Sostituire il lievito con la birra

Possiamo preparare un ottimo impasto per la pizza anche senza lievito, usando come alternativa la birra. In questo caso non occorrerà neppure il bicarbonato. La birra deve essere aggiunta gradualmente: 150ml sono la dose ideale. Servono anche: 250 gr di farina per la pizza, 100 ml di acqua, 2 cucchiai di olio. Aggiungiamo il sale e l’impasto è pronto. L’ideale sarebbe lasciarlo riposare per qualche ora.