Benessere Diete veloci

Dimagrire con la dieta dei 3 giorni

Una dieta ipocalorica efficace a breve termine

Esistono diete di tutti i tipi, per cui non è facile orientarsi in questa ridda di proposte. D'altronde troppe possibilità di scelta lungi dal facilitarla possono rendere più difficile trovare la dieta che fa al caso nostro. In linea generale se siete alla ricerca di diete per dimagrire in maniera rapida senza che richiedano un impegno eccessivo, la dieta dei tre giorni è quella che più potrebbe fare al caso vostro. Ovviamente prima di cominciare questo percorso dimagrante chiedete consiglio al vostro medico e in ogni caso fatevi seguire da un dietologo. Si tratta di una dieta di cui si sente spesso parlare anche in televisione e sul web è possibile reperire informazioni utili su questo regime alimentare.
Questa dieta nasce per rendere più rapida la perdita di peso nelle persone che soffrono di patologie cardiache, in quanto l'obesità comportando un affaticamento del cuore potrebbe provocare un aggravio della patologia. Va detto che per mantenere i risultati di questa dieta nei 4 giorni successivi si segue una dieta di mantenimento.

Dieta dei 3 giorni: le caratteristiche di questo regime dietetico
Della dieta dei 3 giorni, nota anche come dieta d'urto, in realtà esistono molte varianti. In effetti è una dieta ipocalorica che risulta efficace a breve termine. Alla base vi sono gli alimenti proteici in quanto richiedono una maggiore attivazione del metabolismo rispetto ai grassi e ai carboidrati. I cibi che contengono proteine comportano infatti un processo digestivo più laborioso, in media occorrono dalle 10 alle 12 ore al nostro organismo per assimilarle. Le proteine però affaticano i reni che devono lavorare di più per smaltirle, per cui è importante bere con regolarità per evitare un accumulo eccessivo di scorie che deriva da una alimentazione soprattutto a base di proteine. In particolare gli esperti consigliano di bere fino a 2 litri di acqua al giorno che corrispondono a circa 10 bicchieri. Con questa dieta si possono raggiungere due risultati: sgonfiare la pancia e depurare l'organismo dalle scorie. Oltre alle proteine, il menù di questo regime dietetico prevede frutta e verdura e in minima parte anche carboidrati. Da evitare invece alcolici, bevande zuccherate, alimenti già pronti per l'uso quali sughi e salse, oltre ai dolci e a tutti gli alimenti grassi.
Dopo i primi tre giorni di dieta ne seguono 4 relativi al mantenimento. Sebbene la dieta dei tre giorni non preveda in maniera esplicita la pratica di un'attività sportiva, camminare mezzora al giorno (non in questo periodo segnato dall'emergenza coronavirus) è di certo consigliabile.

Dieta dei tre giorni: esempio di menù
Primo giorno
Colazione: è la stessa per tutti e tre i giorni. Si può scegliere latte parzialmente scremato (100 grammi), accompagnato da una tazzina di caffè con un cucchiaio di zucchero e una fetta biscottata oppure uno yogurt bianco, una tazza di thè verde e un frutto di stagione.
Spuntino: yogurt magro alla frutta.
Pranzo: una porzione tonno in scatola sgocciolato con pomodori o insalata fagiolini e 40 grammi di pane.
Merenda: una spremuta d’arancia oppure un cioccolatino fondente da 10 grammi.
Cena: petto di pollo alla griglia accompagnato da insalata mista condita con un cucchiaino d’olio di oliva oppure della zuppa di legumi.
Secondo Giorno
Colazione e spuntini sono gli stessi del giorno precedente.
Pranzo: formaggio light da spalmare (60 grammi) con insalata e pomodorini oppure stracchino (100 grammi) con spinaci bolliti conditi con olio e limone.
Merenda: un quadratino di cioccolato fondente.
Cena: una orata al cartoccio con broccoli lessi conditi con un cucchiaino di olio, oppure 200 grammi di merluzzo al vapore (200 grammi) accompagnato da broccoli sempre al vapore.
Terzo Giorno
A metà mattino potete fare uno spuntino con un frutto di stagione.
Pranzo: 50 grammi di ricotta abbinato a un ortaggio a vostra scelta e una fettina di pane oppure dei pomodori fagiolini o insalata con un uovo sodo con 40 grammi di pane oppure ancora 120 grammi di formaggio light spalmabile accompagnato da due fette di pane tostato.
Nel pomeriggio: uno yogurt magro alla frutta, cioccolatino fondente oppure un frutto di stagione.
Cena: una mozzarella light da 125 grammi con una insalata verde mista oppure 100 grammi di bresaola con delle verdure grigliate e una fetta di pane integrale tostato.


© Riproduzione riservata