Benessere Spezzafame

Spuntino o merenda per spezzare la fame: cosa mangiare

Per mangiare meno nel pasto successivo

Dello spuntino mattutino e della merenda nel pomeriggio, di rado se ne tratta a sufficienza quando si parla di diete. In realtà questi piccoli spuntini che intervallano i pasti principali possono rappresentare il complemento ideale per aiutarci a dimagrire. Lo spuntino infatti è utile non soltanto per i ragazzi che sono in fase di crescita, ma anche per l'adulto che magari vuole perdere qualche chilo di troppo. In particolare sono utili per bilanciare le calorie nel corso della giornata attraverso il frazionamento dei pasti e quindi ci evitano di esagerare a pranzo o a cena.
In effetti lo scopo dello spuntino è proprio quello di spezzare la fame in modo da farci arrivare a pranzo a cena senza un appetito eccessivo. In questo modo possiamo avere un maggiore controllo su ciò che mangiamo. Fondamentalmente gli spuntini rispondono allo scopo di diminuire il senso di fame e quindi mangiare di meno nel pasto successivo. Infatti va tenuto conto che il nostro cervello recepisce i primi segnali di sazietà dopo circa 20 minuti. Anche per questo è molto utile masticare lentamente i cibi oltre che per facilitare la digestione.

Spuntini: gli orari
In questo senso diventa fondamentale l'orario in cui vengono consumati. La tarda mattinata e il tardo pomeriggio sono gli orari migliori per concederci uno snack. In particolare tra un pasto e la merenda non dovrebbe trascorrere più di 2-4 ore, mentre tra i pasti principali non dovrebbero passare più di 6 o 7 ore. Non esiste una regola fissa riguardo agli orari da preferire perché molto dipende dal proprio stile di vita. Possiamo considerare un esempio nello schema di seguito: se la colazione inizia alle 7 lo spuntino può essere fatto alle 10-30 11, se si pranza alle 13 13:30 lo spuntino pomeridiano si può fare alle 16 16:30. La cena si farà alle 19:30 20.

Spuntini: qualche suggerimento
In linea generale gli esperti la mattina consigliano di consumare cibi che contengono carboidrati perché vengono digeriti prima rispetto alle proteine e ai grassi. Nel caso in cui però stiamo seguendo una dieta dimagrante dovremo adeguarvi anche lo spuntino che quindi sarà meno calorico. In questo senso bisognerà puntare sugli alimenti che contengono fibre e che possano idratarci, quindi la scelta non può che cadere sulla frutta fresca e sulla verdura, ancora meglio se consumata cruda.
Quest'ultima in particolare è perfetta per una dieta per perdere peso: via libera a pomodori, cetrioli, insalate per fare il pieno di sostanze antiossidanti, minerali, fibre. E' indicato anche il consumo di yogurt bianco, in particolare lo si può utilizzare come alimento base per lo spuntino a cui aggiungere cereali integrali, oppure frutta rossa o secca a scelta. Un'altra merenda molto semplice, che magari vi farà tornare indietro nel tempo alla vostra infanzia, è quella con pane e olio. L'olio in particolare è molto indicato perché riduce l'indice glicemico del pane. Volendo si può optare anche per un piccolo panino farcito con 20 grammi di affettati magri, ad esempio con la bresaola accompagnata da pomodoro e insalata a piacere. Da evitare invece le barrette a basso contenuto calorico che trovate nei supermercati perché nella maggior parte dei casi contengono quantità eccessive di zuccheri e addensanti.


© Riproduzione riservata