Attualità Milano

Beppe Bergomi: Ho avuto il coronavirus

Beppe Bergomi: Ho avuto il coronavirus

Milano - Beppe Bergomi (Milano, 1963) è stato contagiato dal coronavirus attorno ai primi di marzo quando ha accusato alcuni sintomi, pur non gravi, ma lo ha scoperto in maniera certa solo due settimane fa quando ha effettuato il test sugli anticorpi. Bergomi, 56 anni, in una chat su Instagram con Giacomo «Ciccio» Valenti: «Ho fatto il test sierologico 15 giorni fa e sono risultato positivo alle IGg e negativo alle IGm», cioè gli anticorpi che indicano rispettivamente la malattia pregressa e la malattia attualmente in corso.

«Dall’8 marzo sono stato male circa quindici-venti giorni - ha raccontato l'ex campione del mondo a Spagna '82 - Non stavo bene, avevo sempre dolori ed ero fiacco. Non riuscivo a sedermi per il dolore alla schiena, ma non avevo né tosse né febbre alta: ho avuto problemi all'olfatto, ma non ai polmoni. Avevo sempre freddo e mi sono fatto portare due stufette. Però non ho avuto paura. Poi dopo nove giorni è andato via il dolore, ma sono stato in ballo 20-25 giorni. Ora sto alla grande e ho ripreso a correre. Ho cercato di fare il tampone, ma mi hanno detto che dopo trenta giorni dovrei essere a posto».

Anche Bergomi ha pensato di avere avuto un'influenza: «I miei amici mi prendevano in giro e mi dicevano che ci stavo pensando troppo, ma io non stavo bene, avevo sempre dolori, ero sempre fiacco. Sono stato uno stupido , ho sottovalutato questo contagio e sono stato troppo a contatto con la gente. Il 21 febbraio (il giorno del «paziente 1» a Codogno, ndr) ho fatto l’ultimo allenamento e uno di loro (dei compagni di allenamento, ndr) aveva la polmonite, da lì poi non abbiamo fatto più partite. Il 25 sono stato a Napoli a commentare la sfida con il Barcellona, poi sono stato a Perugia a vedere la sfida col Benevento».


© Riproduzione riservata