Giudiziaria Noto

Amarù, il vittoriese graziato dal Presidente Mattarella

Era detenuto a Noto

Vittoria - Era stato condannato, nel 2011, a 19 anni per traffico internazionale di droga ma la scorsa settimana ha ottenuto la grazia dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e adesso è, nuovamente, un uomo libero. È la storia di Fulvio Amarù, 39 anni, di Vittoria, arrestato e processato in tre mesi nel 2011 in Venezuela perché bloccato al check in con uno zaino che conteneva un chilo di cocaina.

Si è sempre professato innocente, spiegando di essere stato costretto all’ultimo a viaggiare con quello zaino, consegnatoli, non tanto con le buone manerie, da alcuni amici che poi tanto amici non erano. Un processo lampo, in cui lui ha sempre detto di non essersi potuto difendere, poi il rientro in Italia e dal 2017 al carcere di Noto. Poi una lettera spedita a Mattarella da papà Giacomo e il ritorno alla vita da uomo libero.


© Riproduzione riservata