Benessere Pedalare

Dimagrire in bici

Quale bici scegliere

Dimagrire in bici

Sei in leggero sovrappeso e vuoi perdere un po’ di chili, ma non riscontrando risultati ti domandi ancora se andare in bici fa dimagrire? Oppure non ha mai pedalato in vita tua e vorresti prendere in considerazione la bicicletta per perdere peso e dimagrire? In entrambi i casi, la risposta ai tuoi dubbi è che la bici fa dimagrire. Andare in bici non solo fa dimagrire ma aiuta anche a tonificare le gambe. Pedalando, i muscoli si rafforzano, in particolare quelli delle gambe. Maggiore è la massa muscolare, maggiore è il consumo di calorie e quindi la perdita di peso. Uno degli obiettivi che ci poniamo con l’allenamento è quello di diventare più magri e snelli, bruciare il grasso accumulato e mantenere un miglior tono muscolare. Questi obiettivi hanno sia una valenza in ottica del miglioramento della salute che ai fini estetici: essere più magri e snelli ci permette di essere avere un fisico più bello da vedere. Una delle pratiche più utili per dimagrire e tonificare il corpo con la bici è quello di bruciare i grassi.

Quali sono i benefici dell'andare in bici? Scopriamolo insieme:
dimagrire in modo sano
il volume polmonare aumenta
il sistema immunitario si rafforza
pedalare non grava eccessivamente sulle articolazioni
Il rischio di malattie cardiovascolari nei ciclisti è fino al 50% più basso che nelle persone meno attive.

Come perdere peso in bicicletta?
Si può perdere peso in bici con la costanza. Cerca di organizzare più uscite nell'arco della settimana e di percorrere brevi tratti. In questo modo, sarà più facile dimagrire la pancia, le gambe e i glutei. Pedalare tre volte alla settimana per circa 30-40 minuti è sufficiente per iniziare. Evita gli eccessi per non sovraccaricare le ginocchia. Una cadenza di 90-100 pedalate al minuto è l'ideale per chi intraprende questa sfida. Inoltre esistono due metodi differenti per dimagrire in bici: allenamenti con andatura lenta a bassa velocità (cardio) e allenamenti con scatti e ripetute (HIIT, High Intensity Interval Training). La differenza tra i due metodi riguarda il modo in cui vengono bruciati i grassi: il primo metodo favorisce il consumo delle calorie durante l'allenamento, bruciando più grassi durante la pedalata e meno a riposo; il secondo sfrutta invece le variazioni metaboliche e ormonali indotte dall'allenamento stesso, bruciando più zuccheri durante la pedalata e favorendo il metabolismo lipidico a riposo.

Quale bicicletta è meglio utilizzare per dimagrire?
Al pari di un vestito, anche la bici vuole la sua taglia che deve essere adeguata all’altezza, alla lunghezza delle gambe e delle braccia, al sesso e all'età. Quella da uomo non va bene per una donna e quella dei figli non è adatta ai genitori. Prima di procedere all'acquisto della bici, conviene valutare la frequenza delle uscite. Se l’obiettivo è mettersi in sella una volta alla settimana, basta un modello non troppo performante. Se, invece, si pensa di macinare tanti chilometri, magari in una sola uscita, allora meglio puntare su una bicicletta da turismo o da corsa: così è garantita una buona posizione aerodinamica e si risparmiano energie a ogni pedalata.

Se invece non appartieni alla categorie di persone che amano uscire in bicicletta, puoi utilizzare anche una cyclette o un’ellittica. Ma non sottovalutare il piacere di andare in bicicletta all'aperto, uscire sì, forse è la parte più difficile, ma soltanto così potrai assaporare la vera sensazione di velocità e indipendenza e l'esperienza del contatto con la natura. Ma qual è la bicicletta giusta per perdere peso? Fondamentalmente ogni tipo di bici è adatta, basta trovare quella che più fa al caso tuo: Considera che le bici da corsa sono biciclette speciali, con cui si può effettivamente dirigersi quasi solo su asfalto. Assicurati di pedalare ad alta frequenza e usa rapporti leggeri. All'inizio vale la pena di evitare ripide e lunghe salite e privilegiare la pianura.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602684793-3-crai.gif

Molto più versatile è invece una bici da trekking, queste biciclette sono ottimizzate per il turismo e non si limitano solo all'asfalto. Strade forestali, ghiaia, ecc. non sono un problema. Sono disponibili anche biciclette da trekking con equipaggiamento tecnico. Avrai così il mezzo perfetto per andare al lavoro, allenarti e fare lunghi giri in collina nel weekend. Un compromesso molto interessante tra il touring e la pura bici da strada sono le moderne bici gravel.
Ti attrae il terreno scosceso, la montagna o semplicemente vuoi avere la possibilità di percorrere percorsi davvero impegnativi? Allora una MTB hardtail è la tua scelta ideale.

Pedala prima di colazione
Possono bastare 20 minuti per fare la differenza e dimagrire andando in bici. Secondo uno studio del Journal of Applied Physiology il nostro corpo brucia più grasso quando abbiamo fame rispetto a quando siamo sazi. Si tratta di un trucchetto adottato anche dai ciclisti professionisti da decenni che, generalmente, non possono sedersi a tavola se prima non hanno fatto andare le gambe per almeno 20 minuti. Mangia in modo corretto per andare più forte in bici, ma soprattutto per vivere meglio.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602684793-3-crai.gif

Usa la bici per spostarti
Andare in giro in bici (anche solo per brevi tratti in città) non richiede più tempo che sedersi in macchina, accendere il motore, partire, arrivare a destinazione e cercare parcheggio, però aiuta a perdere peso. Uno studio ha scoperto che il ciclista urbano medio perde oltre 5 kg di peso nel primo anno di attività senza restrizioni alla dieta e senza ulteriore esercizio fisico.

Pedala in salita per dimagrire
Pedalare in salita fa bruciare molte calorie in poco tempo e in più aumenta la resistenza. Trova una salita di 10 minuti e percorrila in una serie di tre ripetute alternando le posizioni: seduti in sella e in piedi sui pedali in modo da trascorrere la metà del tempo seduti e la metà del tempo in piedi. Pedalare in piedi non solo aumenta il battito cardiaco (che fa bruciare maggiori calorie) ma aiuta anche a rafforzare e tonificare la muscolatura delle spalle, dei tricipiti e del tronco.

Gli accessori indispensabili per la bici
Non puoi fare a meno di un casco bici, un paio di pantaloncini bici sono altamente raccomandati, perchè il dolore al sedere toglie molto presto il divertimento. Una volta indossata una moderna maglia bici realizzata con materiali funzionali, non vorrai più toglierla. Questo è tutto l’occorrente per iniziare. Il resto dell’attrezzatura può essere acquistata con calma, in base alle esigenze che si svilupperanno.


© Riproduzione riservata