Attualità Roma

E' morto Cesare Romiti, uomo Fiat

Braccio destro di Gianni Agnelli

Roma - Cesare Romiti è morto. A 97 anni. Nato a Roma nel 1923, è stato storico dirigente della Fiat e braccio destro dell’Avvocato Gianni Agnelli. Ha segnato la storia della casa automobilistica torinese, e una lunghissima stagione dell’industria italiana. Dopo l’uscita dalla Fiat, Romiti fu impegnato in Rcs, gruppo che guidò in qualità di presidente dal 1998 al 2004.

Nato a Roma nel 1923, Romiti si era laureato in economia nel 1945. Dopo aver ricoperto numerosi incarichi di rilievo presso istituti bancari italiani e stranieri e in diverse aziende italiane, l’ingresso in Fiat come amministratore delegato nel 1976, di cui divenne presidente dal 1996 al 1998, succedendo nell’incarico a Giovanni Agnelli. Terminata quell’esperienza fu la volta della presidenza della RCS Editori fino al 2004. L’anno seguente poi assunse l’incarico per un anno di presidente di Impregilo S.p.A., il principale gruppo italiano nel settore delle costruzioni e dell’ingegneria. Dal 2004 è stato anche il presidente della Fondazione Italia-Cina.


© Riproduzione riservata