Cronaca Rosolini

Evan Giulio, per 7 mesi nessuno si è accorto di nulla

Nessun medico aveva denunciato

Rosolini - Sette mesi di maltrattamenti e angherie con fratture, tumefazioni all’anca e al ginocchio e perfino «il taglio di una parte dell’orecchio», tre referti medici che certificano violenze indicibili e la madre che «per due volte porta il suo bimbo bisognoso di cure al pronto soccorso di Noto e poi si allontana dall’ospedale». Di fatto abbandonandolo.

Sono inquietanti le carte d’inchiesta sulla morte di Evan Giulio Lo Piccolo, i cui funerali si terranno oggi pomeriggio a Rosolini. Ucciso a 21 mesi dal convivente della madre. Gli accessi del bambino all'ospedale di Noto sono registrati il 27 maggio, il 12 giugno , e il 6 luglio, tutti con referto. Nell'ordine gli erano state diagnosticate: la frattura femore destro, una ferita infetta, la frattura di una clavicola. Ma nessun medico ha chiamato i carabinieri. 


© Riproduzione riservata