Benessere Detox

La dieta del minestrone: schema settimanale

Dimagrimento drastico

La dieta del minestrone è basata su uno schema dimagrante settimanale che non prevede il conteggio calorico da seguire almeno per sette giorni. Coniata in America, da un medico dell'ospedale Sacred Memorial di Saint Louis, la dieta del minestrone è uno schema alimentare finalizzato al Dimagrimento Drastico, ovvero applicabile a tutti quei casi in cui, per salvaguardare la salute del paziente, si rende necessario eliminare più velocemente possibile il grasso in eccesso (soprattutto viscerale) e ripristinare i parametri metabolici di: colesterolo, trigliceridi, glicemia, pressione arteriosa ecc.

Almeno una volta, tutti nella vita tutti provano la dieta del minestrone. E’ una delle diete che, perché è efficace, semplice da seguire e, nel giro di pochissimi giorni, permette di perdere 5 Kg. Se prolungata di poco la dieta permette di perdere anche fino a 7 o 8 Kg. È indicato seguirla per almeno sette giorni, ed è ripetibile anche per la settimana successiva ma bisogna prestare attenzione a non andare oltre, perché è ipoproteica e non è equilibrata: oltre al grasso si perdono anche muscoli a causa dello scarso apporto di proteine. È consigliata a tutti coloro che sono in sovrappeso e ha un'azione oltre che dimagrante anche disintossicante, permettendo un riequilibrio di zuccheri e grassi nel sangue.

Come funziona la dieta del minestrone?
I primi giorni da seguire della dieta del minestrone sono i più pesanti ma anche i più importanti e decisivi per la perdita di peso; l'azione disintossicante può provocare alcuni fastidi come mal di testa o diuresi abbondante, per tal motivo è consigliato iniziare durante il week end quando si è genericamente liberi da impegni. Come per ogni dieta è consigliato bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, ma anche tè o tisane che consentono di eliminare le tossine e disintossicarsi più velocemente.

Per verificare i risultati ottenuti con la dieta del minestrone, ci si deve pesare il primo giorno in cui la si segue, e poi al quarto giorno, dove dovremmo aver già perso giù due o tre Kg: attenzione perché se ne abbiamo persi di più a questo punto, significa che le Kcal che abbiamo introdotto sono troppo poche e dunque è bene mangiare un paio di fette biscottate a colazione, ad esempio, o comunque arricchire di un po’ i pasti con pasta o riso integrale. Al settimo giorno dovremmo aver perso circa cinque Kg.

Dieta del minestrone: schema d'esempio settimanale completo
Il minestrone si può mangiare sempre e, ove segnalato, le dosi degli alimenti si devono rispettare scrupolosamente. Le quantità segnalate nell’esempio di dieta del minestrone settimanale proposto qui di seguito si riferiscono ai cibi crudi, dunque il peso degli alimenti va controllato prima dell'eventuale cottura.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1599660011-3-crai.gif

Primo giorno
Colazione: caffè o tè; mele e pere
Spuntino: succo di frutta non zuccherato
Pranzo: minestrone; mele
Merenda: succo di frutta non zuccherato
Cena: minestrone; pere
Variante: le mele e le pere previste possono essere sostituite da frutta a scelta, escluse uva e banane, che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti.

Secondo giorno
Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: minestrone; bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchio verde
Merenda: tè o caffè
Cena: minestrone; 200 g di patate lesse con 10 g di burro
Variante: le patate con il burro possono essere sostituite da 350 a di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1599660011-3-crai.gif

Terzo giorno
Colazione: tè o caffè; pere e ananas
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: minestrone; carote e carciofi crudi o cotti
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone; peperoni, melanzane e zucchine alla griglia
Variante: le pere e l'ananas della colazione possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane), che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti.

Quarto giorno
Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato; banane
Spuntino: tè o caffè
Pranzo: 200 g di yogurt magro; una banana

Merenda: tè
Cena: minestrone; un frappé preparato con 200 ml di latte e una banana
Variante: i 200 g di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 g di ricotta o da 120 g di mozzarella o di gorgonzola o di caciotta.

Quinto giorno
Colazione: caffé
Spuntino: tè
Pranzo: 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello); pomodori
Merenda: tè
Cena: minestrone; 200 g di pesce alla griglia (orata, spigola, rombo)
Varianti: a pranzo i 300 g di pesce alla griglia possono essere sostituiti da 300 g di calamari o seppie alla griglia; a cena i 300 g di pesce alla griglia si possono sostituire con 150 g di tonno al naturale o con 100 g di salmone affumicato

Sesto giorno
Colazione: caffè
Spuntino: tè
Pranzo: una o 2 bistecche di vitellone o manzo alla griglia; zucchine e finocchi al vapore
Merenda: tè
Cena: minestrone; 300-400 g di pollo arrosto senza pelle
Variante: a cena al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 g di tacchino arrosto.

Settimo giorno
Colazione: caffè
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: 150 g di riso integrale con verdure a piacere; asparagi, cipolle e carote al vapore
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone; barbabietole e cetrioli
Varianti: a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata senza aggiunta di zucchero.
Nella fase di mantenimento di questa dieta vanno reintrodotti a poco a poco i carboidrati e le proteine e va mangiata molta frutta e verdura.


© Riproduzione riservata