Benessere Perdere peso

Dimagrire senza dieta è possibile?

Dimagrire senza una dieta è possibile, sviluppando un'alimentazione specifica e mirata, un regime alimentare da seguire in modo regolare.

Dimagrire senza dieta è possibile?

Dimagrire senza dieta è possibile? sì è la risposta secca a questa domanda. In questo articolo andiamo a considerare quali sono gli accorgimenti utili per riuscire a perdere peso senza seguire una dieta. In effetti una domanda di questo tipo nasce dalla considerazione e spesso dalla esperienza che la maggior parte delle diete ci dà risultati finché le seguiamo, ma si perdono in breve tempo dopo che smettiamo la dieta. Insomma si tratta del famoso effetto yo-yo. Inoltre le diete che promettono dimagrire velocemente spesso sono poco equilibrate e prevedono una restrizione calorica giornaliera importante. Dimagrire senza dieta in effetti è possibile se si segue uno stile alimentare sano ed equilibrato.
Quelli che seguono sono consigli generici che possono valere per persone in buona salute. In ogni caso non possono mai sostituire il parere del medico o di un nutrizionista a cui vi suggeriamo di rivolgervi per seguire un percorso dimagrante personalizzato.

Dimagrire senza diete, è possibile: ecco come
Non saltare mai la colazione, il pasto principale della giornata. La colazione può essere dolce o salata a seconda dei gusti. Vanno privilegiati gli zuccheri semplici ad esempio contenuti nella frutta o nella marmellata che ci danno energia e le proteine contenute nelle uova e nel salmone. Da evitare invece i grassi.
E' importane mangiare ad orari regolari. In questo senso sarebbe bene fare colazione entro un'ora dal risveglio; pranzare nelle successive 4 o 6 ore preferibilmente con alimenti proteici proteine; fare uno spuntino a distanza di 5 ore dal pranzo privilegiando gli zuccheri semplici e sani, ad esempio quelli che ci derivano da un frutto fresco di stagione; concludere la giornata con una cena leggera che non affatichi il processo digestivo prima di andare a dormire; non mangiare di fretta perché mangiare velocemente, oltre a non farci gustare i cibi, rende la digestione più laboriosa e difficoltosa. Inoltre il segnala di sazietà al cervello arriva venti minuti dopo da quando si è cominciato a mangiare, per cui assaporare i cibi ci aiuta anche ad arrivare prima al senso di sazietà.
Riguardo agli spuntini sarebbe bene evitare le merendine per quanto possano essere invoglianti. Possiamo scegliere uno spuntino salato, ad esempio con bresaola o un formaggio a pasta dura oppure dolce con la frutta secca. Anche in questo caso seguiamo la regola di farlo sempre allo stesso orario.
A pranzo e a cena sono da privilegiare in ordine di importanza le verdure, le proteine e i carboidrati. Potete scegliere quello che volete per quanto riguarda le verdure, per gli alimenti proteici e i carboidrati prestate invece attenzione alle quantità.
Impariamo ad ascoltare il nostro corpo, ovvero a mangiare solo quando abbiamo effettivamente fame. Può accadere infatti di mangiare per compensazione quando ci rifugiamo nei comfort food letteralmente cibi del conforto perché siamo arrabbiati o tristi. In realtà con un piccolo trucco possiamo capire se abbiamo realmente fame: quando pensiamo di aver fame beviamo un bicchiere d'acqua e vediamo cosa succede.
Evitiamo di cadere in tentazione tenendo in casa dolcetti di vario tipo, pieni di zucchero e ad elevato contenuto calorico. I dolci proprio perchè pieni di zuccheri inoltre ci spingono a mangiare sempre di più con effetti che potete facilmente immaginare.

Mangiate in maniera consapevole. Per farlo è necessario evitare distrazioni, ad esempio guardare la tv, leggere le email o giocare con lo smartphone. In questo modo ci distraiamo e quindi non prestiamo attenzione ai segnali di fame e sazietà.
Scegliamo gli alimenti ricchi di vitamine, fibre e sali minerali perchè sono quelli che ci saziano a lungo e quindi la scelta non può che cadere su frutta e verdura. Regoliamoci su quella di stagione. I dolci e le merendine andrebbero fortemente limitati perché contengono molti zuccheri grassi e perfino un pizzico di sale per esaltarne il sapore, non a caso si parla di esaltatore di sapidità.
Non eliminiamo di nostra iniziativa tutti i carboidrati: quindi pasta e pane. Se non vi è una indicazione medica in questo senso, possiamo continuare a mangiare questi alimenti ma con qualche accorgimento: ad esempio consumare pasta e pane integrale perché presentano un indice glicemico più basso.
Evitare i cibi pronti e precotti perché vi sono aggiunti sale zuccheri e conservanti. Piuttosto prepariamo i cibi in casa. Quando non abbiamo tempo possiamo congelare la verdura, (broccoletti, spinaci) e gli ortaggi (melanzane e peperoni e zucchine).
Riguardo alle bevande è importante eliminare l'alcol, perché non solo contiene più calorie dei carboidrati, ma ci rende anche più facile cadere negli attacchi di fame perché lo si abbina a stuzzichini vari. Attenzione anche ai succhi di frutta industriali e alle bevande analcoliche in genere che spesso sono piuttosto caloriche per l'aggiunta degli zuccheri. Ovviamente l'acqua è fondamentale non solo per mantenere idratato l'organismo ma può aiutarci anche a perdere peso e a bruciare più calorie.
Vi sono infine da considerare anche dei fattori extra-alimentari da tenere in considerazione. E' importante dormire bene, almeno 7-8 ore a notte e tenere sotto controllo lo stress perchè quando siamo stressati o ansiosi tendiamo a mangiare di più.
L'attività fisica è fondamentale per riuscire a tenere sotto controllo il peso. Quando c'è bel tempo approfittatene per uscire da casa per fare una passeggiata a passo svelto, vi bastano già solo 20-30 minuti per ottenere risultati di tutto rispetto. Quando è brutto tempo potete praticare degli esercizi mirati in casa, ad esempio gli addominali o quelli per dimagrire cosce e fianchi. Inoltre è importante condurre una vita attiva non solo facendo sport: ad esempio per andare a lavoro se ne abbiamo la possibilità andiamoci in bicicletta, facciamo le scale invece di prendere l'ascensore e durante la pausa pranzo facciamo una passeggiata. In questo modo non solo bruciamo più calorie ma attiviamo anche la circolazione.


© Riproduzione riservata