Benessere Dieta

Dieta per Capodanno: cosa mangiare prima delle abbuffate

Dieta per Capodanno: cosa mangiare per prepararsi al cenone , scopriamo il menù tipo e le mosse vincenti.

Dieta :cosa mangiare per dimagrire prima di Capodanno

Le feste natalizie ogni anno rischiano di mettere a rischio la linea, scopriamo la dieta da seguire per arrivare in forma al cenone del 31 Dicembre. Per stare alla larga dai chili di troppo e dimagrire prima di Capodanno la prima regola da seguire è evitare avanzi ed eccessi nei giorni successivi a pranzi e cenoni. Per il cenone del 24 e il pranzo del 25 dicembre lo sgarro è sempre concesso. D’altra parte è Natale ed evitare di pensare alle calorie in eccesso è praticamente un obbligo. Godersi la cena e il pranzo, senza rinunciare a cassate, dolci al cioccolato, crostate, struffoli, biscotti, pandori e panettoni, va più che bene. Tuttavia, può capitare che, nei giorni successivi, ci si senta in affanno e per prepararsi al meglio per il cenone del 31 dicembre si possono osservare alcuni ottimi consigli che gli esperti ribadiscono. Per alcuni giorni, provate a riequilibrare l’intestino e l’apporto di grassi e calorie.

Dieta per Capodanno: come prepararsi al meglio per il cenone del 31 dicembre? Scopriamolocn i consigli degli esperti.
Limitare gli zuccheri
Inutile dire che sarebbe importante limitare tutto ciò che contenga una quantità eccessiva di zuccheri: bevande, dolci e caffè con troppe zollette. Idratatevi: optate per thè, acqua ( almeno due litri al giorno) e tante verdure, che sono sempre ottime alleate di una dieta sana ed equilibrata. Rinunciate agli avanzi: bene, questa è una delle cose più complesse da fare durante il periodo delle festività. Dire no agli avanzi è davvero quasi impossibile. Tuttavia, riuscirci potrebbe rappresentare una salvezza; dare modo al corpo di disintossicarsi da cibi troppo saporiti, calorici e magari con cotture tutt’altro che salutari, come la frittura, è un ottimo modo per prepararlo a una nuova abbuffata.
Limitare i cibi grassi
Ricordate anche di limitare i cibi molto grassi come i formaggi. Prediligete zuppe, legumi, verdure, pasta integrale, pollo e frutta. E se ancora c’è il pandoro sulla vostra credenza, preferitegli delle fette biscottate a colazione. Lasciatelo lì per la colazione del 1° gennaio del nuovo anno, quando ancora un piccolo sgarro è concesso. Infine, cercate di passeggiare e di fare degli esercizi, anche basici, per smaltire tutto ciò che è stato accumulato durante la cena del 24 dicembre e il pranzo del giorno di Natale.
Le mosse che aiutano
«Dopo pranzi e cenoni delle feste bisogna evitare di consumare gli avanzi, saltare i pasti, affidarsi a diete rapide. La strategia giusta è dare priorità all’attività fisica e ritornare a un’alimentazione semplice, priva di fritti e cibi elaborati, preferendo tecniche di cottura leggere e con pochi grassi» suggerisce la dietista Sandra Catarsi. Anche l’idratazione gioca un ruolo fondamentale. «Sì a tisane e infusi detox per depurare e disintossicare l’organismo dall’accumulo di tossine: tarassaco e betulla per esempio aiutano ad aumentare la diuresi. Quelle a base di finocchietto aiutano a ridurre il gonfiore addominale. Quelle invece a base di zenzero e cardo mariano danno una mano al lavoro di reni e fegato» spiega la dietologa Paola Genovese.

Il menù tipo per smaltire gli eccessi Natalizi
Colazione: Centrifugato a base di ananas, mela, sedano e zenzero+ yogurt greco magro+ cereali integrali (avena). Spuntino-Tè verde. Pranzo- Filetto di pesce al vapore su crema di finocchio e cumino+ insalata di patate viola e broccoli su letto di arance. Merenda - Pane di segale+ miele e granella di nocciole. Cena- Miglio in crema con ceci, curcuma e carciofi trifolati.


© Riproduzione riservata