Benessere Dieta Chetogenica

Dieta Chetogenica: schema da seguire per perdere peso

Questo regime alimentare è seguito spesso dagli sportivi in una delle sue forme più tradizionali, ovvero la dieta iperproteica, basata cioè sulle proteine.

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/08-09-2021/dieta-chetogenica-schema-da-seguire-per-perdere-peso-500.jpg Dieta Chetogenica: schema da seguire per perdere peso

È la moda del momento: ecco tutto quello che devi sapere sulla dieta chetogenica!
La dieta chetogenica funziona?
Perdere peso con la dieta chetogenica funziona? Che cos’è e come si fa a dimagrire? Nella dieta chetogenica si riduce nettamente l’apporto di carboidrati, scopri lo schema da seguire e tutte le curioistà in merito alla dieta del momento, specialmente se siete rientarti dalle vacanze e volete perdere peso
La dieta chetogenica è un regime alimentare che si base principalmente sulla riduzione dei carboidrati. In questo modo si può perdere velocemente il grasso in eccesso dovendo però rinunciare a molti alimenti. Questo sistema induce l’organismo a produrre autonomamente il glucosio di cui ha bisogno e di conseguenza vi è un aumento del consumo energetico dei grassi contenuti nel tessuto adiposo. Andiamo a scoprirne di più!
Dieta e chetosi: facciamo chiarezza
Prima di addentrarci più nello specifico, bisogna partire dalla definizione di chetosi. Il nome di questa dieta indica la produzione di corpi chetonici, che vengono normalmente prodotti in piccola quantità e poi smaltiti con urine e ventilazione polmonare, ma quando diventano in eccesso, abbassano il Ph del sangue: questa è la chetosi. La presenza di questi corpi nel sangue, fra le altre cose, ha effetti positivi sul dimagrimento. L’obiettivo della dieta, dunque, è quello di creare una carenza di zucchero nel sangue.

Il menù della dieta chetogenica: esempio di uno schema da seguire
Un menù ideale prevede una colazione con latte di soia e un panino con carne bianca. Potete scegliere del pollo o del tacchino sotto forma di affettati oppure facendolo arrosto. Per spezzare la fame a metà mattina mangiate 3 o 4 noci, ricche di grassi che fanno bene al sistema nervoso. A pranzo preparate del pesce ricco di Omega 3, come ad esempio il merluzzo, e accompagnatelo con verdure fresche al vapore e concludete con della frutta.
La merenda pomeridiana è un po’ inusuale e non prevede la classica frutta, ma un pezzo di Parmigiano. La cena è l’ultimo pasto concesso dove dovrete consumare altra carne bianca come un petto di pollo ai ferri accompagnato da insalata e un frutto.
In linea generale, bisognerebbe consumare ogni giorno cibi tali per una ripartizione energetica del genere: 10% composto da carboidrati, 15-25% composto da proteine e 70% di grassi.
Dieta chetogenica per perdere peso: alimenti concessi e proibiti
Gli alimenti concessi sono quelli ricchi di proteine, ovvero: uova, pollame, pesce, formaggi e affettati. Via libera anche a verdure senza amidi come gli spinaci, i cavoli e le verdure a foglia verde. Ottimi anche i semi, le noci e l’avocado.
Gli alimenti proibiti sono invece i carboidrati. Eliminate la pasta, il riso e il pane ad eccezione di quello di segale. No anche a bevande zuccherate, pizza e ad alimenti ricchi di amido come le patate e i piselli.
La dieta chetogenica funziona?
Sicuramente saranno tante le domande in merito alla dieta chetogenica: per quanto tempo bisogna seguirla, e soprattutto, alla fine funziona? Beh scopriamo se la dieta chetogenica per dimagrire è utile o no!

La dieta chetogenica per perdere peso.
Questo regime alimentare è seguito spesso dagli sportivi in una delle sue forme più tradizionali, ovvero la dieta iperproteica, basata cioè sulle proteine. Tuttavia, un consumo eccessivo può causare dei danni all’organismo privandolo dei nutrienti di cui ha bisogno.
Non bisogna mai azzardare a seguire questo tipo di alimentazione da soli, soprattutto se non si è degli sportivi o se si hanno delle carenze nutrizionali, ed è dunque meglio essere consigliati da un medico specialista. Inoltre, data la ristrettezza di questa dieta, non si può seguire per un periodo prolungato, ma giusto il tempo necessario per raggiungere l’obiettivo che si è prefissato con il proprio medico o nutrizionista. Dopo esservi liberati dal grasso in eccesso, bisognerà seguire una dieta varia ed equilibrata per mantenere i risultati, altrimenti il rischio è quello di riprendere i chili persi quando di ricomincia ad assumere carboidrati regolarmente.


© Riproduzione riservata