Attualità Ragusa

Covid: in dieci giorni raddoppiati i contagi, il caso Ragusa

Il sindaco di Ragusa: "Ad un peggioramento potrebbero seguire delle restrizioni e questo diventerebbe un problema"

Covid: in dieci giorni raddoppiati i contagi, il caso Ragusa

Ragusa - Il 21 luglio i positivi in provincia erano 673; il 30 luglio erano già il doppio, 1374. Veniamo al dato delle persone in isolamento domiciliare suddivise per comune; a confronto, tra parentesi, il dato degli aumenti rispetto al 21 luglio: Acate 13 (+5 ); Chiaramonte 19 (+14); Comiso 112 (+28); Giarratana 8 (+5); Ispica 21 (+6); Modica 103 (+72); Monterosso 1 (-); Pozzallo 128 (+63); Ragusa 228 (+86); Santa Croce Camerina 134 (+29); Scicli 108 (+92); Vittoria 449 (+274).

I guariti da inizio pandemia sono 12758 +123 rispetto al 21 luglio. I comuni piu' frequentati nel periodo estivo sono quelli che hanno fatto registrare una impennata decisa nei contagi, comuni meta anche turistica, ma sembra quasi incredibile che solo nel Ragusano queste frequentazioni portino ad un aumento dei contagi. Il sindaco del comune capoluogo, Giuseppe Cassì,
non nasconde la sua preoccupazione.

"Sono preoccupato e non siamo ancora arrivati ad agosto. Ad un peggioramento potrebbero seguire delle restrizioni e questo diventerebbe un problema.
Invito tutti a seguire le norme che ci permettono la convivenza: il distanziamento, l'uso della mascherina, la disinfezione delle mani, ma invito anche chi non lo ha fatto a vaccinarsi. Ciò che ragionevolezza impone - conclude all'AGI il sindaco del comune di Ragusa - è ascoltare il mondo scientifico con deferente considerazione. I vaccini salvano vite, ed è di questo che stiamo parlando, ha ragione il premier Draghi. Ben venga il green pass".


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg