Attualità Il piano regionale

Vaccini Sicilia: via alle prenotazioni over 40, che siero sceglieranno?

La campagna ingrana l’ultima marcia prima del “libera tutti”, con la perenne incognita Astrazeneca

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/17-05-2021/vaccini-sicilia-via-alle-prenotazioni-over-40-che-siero-sceglieranno-500.jpg Vaccini Sicilia: via alle prenotazioni over 40, che siero sceglieranno?

 Ragusa - Nel Mezzogiorno la diffidenza verso AstraZeneca continua a essere più diffusa rispetto al resto d'Italia: del milione di vaccini disponibili, due terzi sono nei frigo del centrosud, soprattutto in Sicilia dove sono state inoculate solo il 60% delle fiale ricevute da Oxford e ne avanzano ancora circa 180mila boccette contro le appena 50mila Pfizer, il più siero gettonato. Cts e Aifa non hanno ancora abbassato l'età dalla quale Astrazeneca è suggerito, perché in realtà non è mai stato vietato sotto i 60 anni: Astrazeneca è autorizzato per tutti i maggiorenni, quello di usarlo sugli over 60 è soltanto un suggerimento. Infatti in molte regioni ha iniziato ad essere iniettato, senza problemi, anche alla popolazione più giovane e desiderosa di immunizzarsi.

Il commissario Figliuolo è sempre più orientato nella direzione dell’accesso diretto e immediato per chiunque accetti Astrazeneca, concedendogli la possibilità di riceverlo prima di quanto gli toccherebbe seguendo il normale andamento delle prenotazioni. Il problema dell'accesso volontario è, appunto, la volontà. E’ questa che manca. A livello psicologico, già solo il fatto di attribuire al cittadino la possibilità di scelta del siero insinua il falso dubbio che non siano tutti uguali e non è difficile prevedere che molti opteranno per Pfizer o Moderna, a costo di rimandare l’iniezione e finire in fondo alla lista. Non è un caso che l’Open Day di domenica abbia chiuso le porte a questi due.

Astrazeneca sarà accettato volentieri dai giovani, più coraggiosi e ansiosi di tornare liberi, e chi non è vittima di paure irrazionali, che evidentemente ancora circolano in parte della popolazione. La libertà di scelta, insomma, rischia di essere controproducente rispetto all’obiettivo di diluire le riserve AZ e vaccinare il più possibile senza tenere nulla in magazzino. Da oggi partono le prenotazioni per gli over 40 e, se Astrazeneca non dovesse sfondare nemmeno con questo target, è possibile che presto nuove migliaia di vaccini siciliani siano ridistribuiti a chi, come Puglia e Campania, forse ha più fretta di noi di uscire dal tunnel. 


© Riproduzione riservata