Auto e motori Prova su strada

Mustang Mach-E. Mustang, e pure elettrica

Abbiamo provato la Mustang Mach-E, due motori elettrici, uno sull'anteriore, uno sul posteriore, un viaggio nel futuro

Il dilemma, saliti a bordo, è quello amletico: è o non è una Mustang? La risposta è sì. Anche se dovrete fare i conti con alcune cose che non avreste mai pensato di conoscere e provare. Come un indicatore sul cruscotto, che vi dice che siete a dodici metri sul livello del mare, o gli sportelli senza maniglie.

Abbiamo provato la Mach-E Standard range AWD 269 Cv, dove 4wd sta per quattro ruote motrici, il nuovo Suv coupè crossover elettrico di Ford Mustang. Si sale a bordo con una pressione del dito sulla portiera, che, come in un moderno ascensore vi offre un codice numerico da pigiare con una leggera pressione di due dita per chiudere la porta una volta scesi. Una figata, un po’ fantascientifica. Si chiama apertura a calcio e pulsante con backup sulla portiera.

La linea è quella di una Mustang, ma più alta, è elegante e sportiva insieme. L’anteriore propone una fascia frontale aggressiva, la classica griglia chiusa dei modelli a zero emissioni, mentre il taglio dei gruppi ottici posteriore è ripreso dalla Mustang con led dinamici. Sul posteriore si notano le forme bombate, con i fanali a tre elementi verticali ispirati a quelli della classica Mustang a motore termico, che si estendono sul portellone, lo spoiler sul portellone e la parte inferiore del paraurti verniciata in nero.

I cerchi sono da 19 pollici, l’imprinting è quello di una muscole car gran turismo per lunghi viaggi. Il modello in prova è rosso con tetto nero, che accentua il taglio coupè, e cielo di vetro non apribile e non oscurabile ma filtrante i raggi ultravioletti, in grado quindi di mantenere la temperatura ideale dentro l’abitacolo qualunque sia la condizione meteo esterna.

Una volta dentro si sale su sedili in ecopelle, interni in tessuto e similcarbonio e sedili elettrici con tre memorie. Nel tunnel centrale anteriore ci sono due vani di ricarica wireless per altrettanti cellulari. Il tetto in vetro, come detto, dà un grande senso di luminosità oltre che di libertà. L’auto è circondata da telecamere, che perimetrano la circonferenza della vettura, permettendo di zommare in caso di manovra e parcheggio (la Mustang sa parcheggiare da sola grazie al pulsante P). Sedili e sterzo sono riscaldabili, anche secondo un gradiente di intensità che si regola manualmente dal grande tablet al centro del cruscotto, ma di questo parleremo a breve.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1642971763-3-crai.gif

Al centro della plancia un piccolo schermo da 10,2 pollici con tutte le informazioni necessarie, compresa la carica residua di energia elettrica e i chilometri di autonomia percorribili prima della prossima ricarica. L’auto è rappresentata da un Avatar con tutti gli Adas, i sistemi di assistenza alla guida.

A destra, come nella Tesla, un grande tablet da 15,5 pollici, dove si possono trovare informazioni di ogni genere.
La Mustang Mach-E propone tre modalità di guida: Active, ovvero normale, Untamed, sportiva, con suono (e rombo) motore termico simulato, Whisper, economico, per risparmiare energia. Ha il cruise control adattivo e la modalità one pedal, per cui al rilascio dell’acceleratore la trazione si rilassa fino a spegnersi.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1642971763-3-crai.gif

Il tablet centrale è in grado di farci scegliere i colori e la luce soffusa all’interno dell’abitacolo e di dirci come consumiamo l’energia elettrica, se con la trazione piuttosto che con l’aria condizionata. Gli abbaglianti sono automatici. L’impianto stereo è Bang and Olufsen.

I bagagliai sono due, uno anteriore, uno posteriore. Quest’ultimo propone 402 litri che diventano 1.420 litri abbattendo i sedili. A questa volumetria si aggiunge il "frunk" (da front trunk, bagagliaio anteriore). Ci sono 81 litri frazionati tramite un divisor. Entrambi ospitano i cavi per la ricarica.

Veniamo alle impressioni di guida. La AWD è una Mustang elettrica, con due motori, uno sulle ruote anteriori, uno sul posteriore, ed è in grado di divertire anche per la gestione della ripartizione che privilegia il retrotreno, assicurando quindi potenza da vendere in accelerazione e l'effetto ribelle in curva.

La Ford Mustang Mach-E è lunga 4,71 metri, con un’altezza di 1,62 metri ed una larghezza di 1,88 metri.
Tramite una wallbox per una ricarica domestica (più rapida e conveniente), nelle versioni da 7,4 e 11 kW, si ha la possibilità di ricaricare la batteria della vettura elettrica fino all’80% in circa sei ore. Ovviamente è possibile effettuare la ricarica anche alle colonnine pubbliche, con i cavi di serie già forniti da Ford, sia in quelle più comuni che in quelle rapide in corrente continua. Tramite quest’ultime, è possibile recuperare circa 110 chilometri di autonomia in 10 minuti, arrivando all’80% in circa 45 minuti. Con un pieno si fanno 400 chilometri (si può optare per il modello con batteria estesa che di chilometri ne fa più di 600). 

Per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida troviamo il monitoraggio dell’angolo cieco, il riconoscimento dei segnali stradali, la frenata automatica d’emergenza, il controllo elettronico della trazione e della stabilità e l’intelligent speed assist.

I prezzi
La Ford Mustang Mach-E parte da un listino prezzi di 49.900 euro, ma se vogliamo metterci al volante della vettura Extended Range AWD da 351 cavalli, bisogna salire a 66.850 euro. L'auto in prova si trova presso la concessionaria Mustang Sergio Tumino di Ragusa. 


© Riproduzione riservata