Cronaca Massa

Sei dosi di Pfizer iniettate tutte insieme per sbaglio a una 23enne

Incredibile errore in un ospedale toscano, la ragazza sotto osservazione: non era mai successo neanche in sperimentazione

(immagine di repertorio)

 Massa – Sei dosi Pfizer, cioè una fiala intera, sono state iniettate per sbaglio a una giovane tirocinante di psicologia clinica che ieri mattina aveva ottenuto l’appuntamento con la prima dose di vaccino all'Ospedale Noa di Massa, in quanto personale sanitario. Dopo la puntura, che sembrava una delle tante in questo periodo di campagna vaccinale, il sanitario che ha somministrato il vaccino è diventato pallido e la ragazza è stata accompagnata all'uscita e le è stato chiesto di aspettare. Dopo pochi minuti è avvenuto l'incredibile.

"Abbiamo sbagliato, ci dispiace. Le abbiamo iniettato tutta la fiala di vaccino, pari a sei dosi", le hanno detto i sanitari. Di lì in poi solo una serie di colloqui con medici ed esperti e poi il ricovero in osservazione, dove la giovane dovrebbe rimanere fino a oggi. Fino a ieri sera le condizioni della 23enne erano buone, solo un leggero mal di testa. La tirocinante è stata comunque sottoposta a una terapia di fluidi e tachipirina. Un caso simile è accaduto in Germania, ma con "solo" cinque dosi; mentre la sperimentazione Pfizer relativa al sovradosaggio si fermerebbe a quota quattro. Visto che non c'è alcun tipo di precedente, la ragazza è tenuta sotto osservazione perché non si sa con certezza quali reazioni potrebbe avere.


© Riproduzione riservata