Cultura Barcellona

Corrado IV e la Terra di Mohac

Una piccola pergamena ritrovata tra i fondi dell’Archivio della Corona di Aragón di Barcellona

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/17-12-2022/corrado-iv-e-la-terra-di-mohac-500.jpg Corrado IV e la Terra di Mohac

 Gli archivi spagnoli restituiscono documenti di cui fino a oggi nessuno avrebbe immaginato l’esistenza.
È il caso di una piccola pergamena ritrovata tra i fondi dell’Archivio della Corona di Aragón di Barcellona (Spagna) e compresa tra le pergamene di Giacomo I (1208-1276) re di Aragón.

Il documento è un rescritto del figlio di Federico II di Svevia, Corrado IV, indirizzato agli “habitatores” della Terra di Mohac.

Alla morte di Federico II (13.12.1250), Corrado, il figlio che Federico aveva avuto da Iolanda di Brienne ad Andria in Puglia nel 1228, in opposizione al primogenito Enrico, ribelle, fu proclamato re dei Romani ed erede legittimo al trono. Dopo il fallimento della sua politica con i principi tedeschi e scomunicato dal Papa, Corrado IV il 13 aprile 1251 partì con grande seguito dalla Germania, terra nella quale lo aveva colto la notizia della morte del padre, alla volta dell’Italia. A Pola il fratellastro Manfredi, nella qualità di reggente del regno di Sicilia, gli mandò le sue galee che lo portarono a Siponto dove personalmente lo accolse con grandi fasti e onori il 6 gennaio 1252.

Affermare la sua autorità d’imperatore sui possedimenti meridionali della penisola italiana e sul regno di Sicilia era lo scopo principale della sua discesa.

Questo periodo e questi brevi accenni ci aiutano a contestualizzare la pergamena di cui qui si tratta.

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1673858412-3-hyblea-auto.gif

Il documento, in effetti, è un editto in forza del quale l’imperatore, considerando “fidem puram et devotionem sinceram quam universi et singuli homines Moac fideles N/ri ad ecellentiam N/ram habent”, ribadisce a chiare lettere che la “Terra ipsa (di Mohac, cioè) semper in demanio Nostro permaneat” e, per questo, sarebbe stata considerata patrimonio inalienabile della Corona, in riconoscenza della fedeltà e dei servizi prestati dai suoi abitanti al padre Federico.

Non sono note le vicende per le quali Corrado IV si mosse a concedere un privilegio così importante grazie al quale fu sancita a chiare lettere la demanialità di Modica. Di sicuro qualcuno glielo sollecitò.

https://immagini.ragusanews.com//immagini_banner/1673858412-3-hyblea-auto.gif

La pergamena è uno dei rarissimi documenti che purtroppo rimangono di quel periodo. Fa scoprire che la città fu demaniale in epoca sveva già dai tempi di Federico II.

Il privilegio, con tutta probabilità, sarebbe stato redatto nell’accampamento delle truppe di Corrado a Casamassima (nell’originale: castr…mi) ai confini del territorio del Salento nelle Idi di maggio, quindi il quindici, dell’anno dell’incarnazione del Signore mille duecentocinquantadue e non come datato nella scheda informativa dell’Archivio della Corona di Aragón al maggio del 1250. Uso il condizionale perché sia il luogo d’emissione sia la data non sono interamente leggibili in quanto purtroppo in parte abrase.

La datazione del documento al 1252 sarebbe più convincente. Corrado, infatti, nel 1252 si trovava in Italia e nell’aprile di quello stesso anno risulta perfettamente documentato l’accampamento delle sue truppe nei pressi della pianura di Casamassima (Castrum maximi), una località al limite della cosiddetta conca di Bari, oggi compresa nell’area metropolitana di questa città.

La pergamena fu scritta dal notaio Lucio di Palermo che la dotò anche di sigillo, fu “referendata” cioè registrata dal cancelliere Gualtiero de Ocra, uno degli alti funzionari del padre Federico che Corrado IV diligentemente aveva avuto cura di riconfermare nel suo incarico.

Crediti

Manoscritti:

Archivio della Corona di Aragón

Bibliografia:

Cattaneo G., Federico II di Svevia/Lo specchio del mondo, Grandi Tascabili Economici, Newton, I edizione, 1995

Kantorowicz E, Federico II imperatore, Garzanti Ed., 1988

Sitografia:

CASAMASSIMA - CENNI STORICI - ITC – CNR

http://www.itc.cnr.it › CSM › CASAMASSIMA-CENNI...

Enciclopedia Treccani, voce “Corrado IV” in Federiciana a cura di W. Walter Koller, 2005

Enciclopedia Treccani,, voce “Corrado IV imperatore” a cura di Antonio Vitale, 1931

Un particolare ringraziamento va all’Archivio della Corona di Aragón che, per mia richiesta, ha accettato di digitalizzare il documento e di renderlo fruibile in PARES, il portale degli Archivi spagnoli.

© Vietata la riproduzione parziale o totale. Tutti i diritti riservati all’Autore.






© Riproduzione riservata