Economia Welfare

Servizi sociali, nel Ragusano appena 71 euro l'anno a residente: non basta

La media nazionale è 126, in Sicilia la spesa pro capite è tra le più basse d'Italia

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/21-09-2022/servizi-sociali-nel-ragusano-appena-71-euro-l-anno-a-residente-non-basta-500.jpg Servizi sociali, nel Ragusano appena 71 euro l'anno a residente: non basta

 Ragusa - Nel 2019 la spesa per i servizi sociali in Italia è stata pari allo 0,42% del Pil, arrivando a 0,7% con le compartecipazioni degli utenti e del Servizio sanitario nazionale: in pratica, un terzo di quanto impegnano i bilanci di altri Paesi europei (2,2% la media Ue). Secondo gli ultimi dati resi noti da Cnel e Istat, aggiornati purtroppo a ormai 3 anni fa, si va dai 583 euro di Bolzano agli appena 6 euro di Vibo Valentia. La regione più performante è la Sardegna con ben 4 province nelle prime 10 posizioni, tutte oltre i 240 euro per abitante; la peggiore è la Calabria, con tutte le province nelle ultime 5 posizioni e una spesa che non supera i 25 euro a testa.

In Sicilia c'è eterogeneità tra i diversi territori. La spesa media regionale è di circa 80 euro, contro i 126 della media nazionale: la provincia che ha investito di più nel sociale è Agrigento, con 118 euro pro capite, seguono Trapani (103 euro), Siracusa ed Enna (88), Catania (83), Ragusa (71), Palermo (64), Caltanissetta (61) e infine Messina (53). Le aree di intervento che assorbono la maggior parte della spesa sociale sono tre: Famiglia e minori, Disabili e Anziani. Sull'Isola si registrano i decrementi maggiori, in particolare nelle province di Caltanissetta, Ragusa e Trapani, tutte con diminuzioni comprese fra il -15% e il -17%.


© Riproduzione riservata