Economia Rifiuti

Sicilia orientale, chi vuole un termovalorizzatore?

Per eliminare le discariche, produrre energia e creare lavoro

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/18-02-2022/sicilia-orientale-chi-vuole-un-termovalorizzatore-500.jpg Sicilia orientale, chi vuole un termovalorizzatore?

 Ragusa - "C'è una parte di rifiuti che è indifferenziabile e che può andare soltanto in discarica, noi invece li vogliamo fare diventare cenere". Nello Musumeci vuole ricorrere ad almeno due termovalorizzatori per smaltire il carico di rifiuti siciliani, uno per la Sicilia occidentale e l'altro per quella Orientale: “Distruggono l'indifferenziata e producono energia", spiega il governatore.

Sette società hanno partecipato alla manifestazione d'interesse pubblicata a giugno 2021, anche dal Nord Italia. Dalla Rap è già arrivato il sì a un impianto a Bellolampo; l'altro si vocifera che si farà a Lentini, in provincia di Siracusa, ma non c'è ancora nulla di scritto: prima di marzo Palazzo d’Orleans non svelerà le nomination sulle proposte di localizzazione degli impianti.

Come accaduto per le trivelle petrolifere, anche qui si sono già levati gli scudi ambientalisti e politici dei luoghi interessati: il Comune palermitano, ad esempio, ha già detto no. "Lavoreranno rifiuti non pericolosi - insiste Musumeci -, è una iniziativa che finalmente fa riflettere su un dato: altrove la spazzatura è risorsa, da noi è un problema” per le mani della malavita, ma anche per l’inevitabile deprezzamento economico delle aree su cui insisteranno le grandi strutture. “Vorrei guardarli in faccia, quelli che dicono di no". Tra un mesetto sarà accontentato. 


© Riproduzione riservata