Attualità Noto

Il Vescovo di Noto? Vuole cantare a Sanremo con Fedez

Intervista ad Antonio Cospito

Noto – E’ destinata a far discutere la vicenda che vede contrapposti da un lato il dehoniano orante (consacrato con voto di Castità)  Antonio Cospito, residente a Cuneo, e il vescovo di Noto Monsignor Antonio Staglianò, alto prelato famoso come autore di testi (non è ancora iscritto alla SIAE) e cantautore della cosiddetta Pop Theology, marchio non esclusivo nè depositato. Il 14 giugno Antonio Cospito aveva rilasciato una dichiarazione all’Agenzia Ansa: "Ogni ricavato dell'opera musicale 'Indimenticabile Sei' era stato stabilito con il vescovo che sarebbe stato interamente versato all'Elemosineria Apostolica di Papa Francesco. Ma io ho coinvolto dei musicisti, abbiamo registrato il brano tra il Piemonte e Liguria. Abbiamo avuto dei costi a cui il vescovo aveva assicurato avrebbe fatto fronte''.

In pratica, i ricavati derivati dal brano, sarebbero andati all’Elemosineria Apostolica, mentre le spese di registrazione e dei musicisti avrebbe dovuto sostenerle il vescovo. Antonio Cospito, sostiene che il vescovo non l’ha mai retribuito mentre il vescovo, in un comunicato ufficiale della Diocesi diffuso ieri, sostiene che non si è mai parlato di un accordo in tal senso. “A me della questione economica importa fino ad un certo punto, anche se il vescovo deve alla mia produzione 4 mila euro”, spiega Antonio Cospito, raggiunto telefonicamente, e dichiara: “C’è solo grande amarezza per il suo comportamento. Ogni documentazione l’ho trasmessa direttamente al Santo Padre, a cui affido ogni decisione. Attenderò con rispetto la decisione di Papa Francesco”.

C’è soprattutto amarezza, dunque, nelle parole di Antonio Cospito per il comportamento tenuto dal vescovo nei suoi confronti. “Ci ha usati tutti come si fa per le sigarette e poi ha pensato di escluderci perché è convinto di potercela fare da solo. Ma con lui, c’era un progetto di promozione-marketing studiato a tavolino: voleva andare al Festival di Sanremo nel 2019 con un big della canzone, magari con Fedez o Mengoni”, spiega.
Ma com’è nato questo rapporto fra il Vescovo e Antonio Cospito? A domanda, Cospito risponde: “L’ho cercato io, nel gennaio del 2018, scrivendo una semplice mail alla diocesi. Mi ha risposto lui in persona e mi ha dato il suo cellulare. Io, gli ho chiesto se era interessato a fare l’introduzione al mio brano per Papa Francesco che si intitola “Papa Francesco. La prima canzone dedicata al Santo Padre”.

Abbiamo iniziato così questa collaborazione. Anche in questo caso, i proventi vanno all’Elemosineria Apostolica. Dopo aver registrato in Sicilia la sua voce, mi ha mandato tutto via mail, mentre io con il mio staff mi sono occupato del montaggio del video, della realizzazione della copertina, e la produzione totale musicale e discografica. A febbraio, invece, mi ha chiesto se ero interessato a musicare i suoi testi e io risposi di sì, certamente ero interessato. E’ nata così “Indimenticabile Sei”, i cui diritti d’autore sono al 50% fra me e il vescovo, perché io ho composto la musica, mentre il testo è suo”. Inizia così il sodalizio artistico fra i due, durato però solo pochi mesi, perché il 09 aprile 2018 il vescovo è andato a “La Vita in diretta” su Rai Uno per promuovere la canzone “Indimenticabile Sei” e si è anche esibito live con la chitarra.

Antonio Cospito, dichiara: “Da quel giorno non ci siamo più sentiti, nonostante abbia provato a chiamarlo centinaia di volte. Si è rifiutato di rispondere sia a me che ai miei collaboratori. I nostri rapporti sono terminati, tecnicamente, il 12 aprile. Tengo a precisare che tutte le notizie che sono uscite, erano sempre in accordo con lui ed inviate tramite whatsapp, non abbiamo mai fatto nulla di testa nostra. La mia opinione è che lui, dopo aver avuto il suo successo, ha pensato di escluderci, ritenendo di potercela fare da solo. In realtà, il suo sogno, da subito manifestatomi sin dal mese di febbraio, era quello di cavalcare il palco dell’Ariston, di andare sul palco con la chitarra e cantare una sua composizione insieme ad un big della canzone italiana. E proprio in tal senso ci stavamo muovendo, avendo già pianificato tutto con una strategia di promozione-marketing. La nostra scelta, poi, era ricaduta su Fedez per via del fatto che in questo momento è sulla cresta dell’onda ed è uno dei cantanti rapper più amati, e ha una ragazza come Chiara Ferragni con milioni di follower”.

Antonio Cospito, inoltre dichiara: “Proprio stamane ha informato Fedez (tramite la sua etichetta discografica) di tutto l’accaduto. Al momento Fedez e il suo ufficio stampa non vogliono fare nessuna dichiarazione in merito, e dubito che al matrimonio Fedez voglia incontrare il Vescovo cantante di Noto, Mons. Antonio Staglianò. Secondo me il pastore (vescovo di Noto) deve curare il proprio gregge, e non pensare solo a promuovere libri e canzoni. Fare il musicista è un lavoro e non un hobby, quindi va pagato”.