Attualità Pozzallo

Commissario Montalbano: io, poliziotto fra i migranti. VIDEO

Il Commissario Montalbano sbarca a Pozzallo. Mai scelta di sceneggiatori e regista fu più attuale, nella temperie politica italiana, dove spadroneggia la politica destrorsa di Matteo Salvini

Pozzallo -  Il Commissario Montalbano sbarca fra i migranti. E la scelta di sceneggiatori e regista della fiction è quantomai attuale, nella temperie politica italiana, fatta dalle prese di posizione del neo ministro degli Interni Matteo Salvini, di odio razziale. 

Un uomo scende da nave Dattilo, ancorata nel porto, mentre è in corso uno sbarco di migranti. E’ uno di loro. E’ vestito bene, potrebbe essere un iracheno o un siriano. Dopo avere lasciato la passerella accelera il passo, per evitare i controlli, ma la polizia lo insegue e lo blocca, mentre l’uomo tiene qualcosa con la mano, nascosto sotto la giacca. E’ un momento di tensione registrato nel porto pozzallese, ma è una scena di uno dei nuovi episodi del "Commissario Montalbano" che andranno in onda su Raiuno nel febbraio 2019. La fiction si mischia alla realtà sul molo di Pozzallo, dove è ancorata la Diciotti, nave della guardia costiera "gemella" della Dattilo, dopo lo sbarco della notte scorsa di 509 migranti e di un cadavere. E’ facile scambiarle perché sono uguali.

Per la scena della serie Tv, registrata qualche giorno fa, la produzione, Palomar, ha curato privacy e assistenza ai massimi livelli. Come il catering per i "migranti fatti salire sulla Dattilo, "arruolati" a Catania, e per i quali, nel rispetto del Ramadan, sono stati preparati cibi vegetali, distribuiti la sera. Mensa ordinaria, ma di qualità si racconta a Pozzallo, per le altre controfigure. La ricostruzione dello sbarco per la serie Tv, ammettono alcuni osservatori che solitamente assistono a quelli veri, è stata perfetta. Era difficile capire se fosse finzione o realtà. Fino all’arrivo del commissario Montalbano, che ha permesso di discernere tra fiction e realtà. O fino alla caduta di uno dei fedeli collaboratori del commissario, che non vedremo nella puntata televisiva, avvenuta mentre inseguiva il "migrante" in fuga, non prevista dal copione e quindi tagliata. Perciò stop e scena ripetuta. Anche la notte scorsa la scena si è ripetuta: la nave della Guardia costiera, il molo di Pozzallo, i migranti che scendono dalla scaletta. Lo scenario è lo stesso, ma questa volta era la drammatica realtà.

Nella foto, l'attore Luca Zingaretti al lungomare di Donnalucata, mentre messaggia al cellulare con la famiglia in una pausa di lavorazione. 

commissario Montalbano migranti from Ragusanews on Vimeo.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif