Nuovi cibi

Arriva la carne sintetica e finta: cosa c’è dentro?

Per chi soffre di colesterolo o è a dieta

Da quando gli Usa, e le loro istituzioni, hanno dato il via libera alla sperimentazione e commercializzazione di carne artificiale e carne sintetica per uso alimentare, le sperimentazioni si sono moltiplicate e da qualche settimana la carne sinettica e la carne finta sono arrivate nei banconi del fast food, per l’esattezza da Burger King. La celebre catena, insieme al'azienda Impossible Foods, ha creato un hamburger senza vera carne ma uguale ai panini normali. Si chiama Impossible Whopper e contiene il 15% in meno di grassi degli hamburger di carne normali e l'80% di colesterolo in meno.  
Anche in Italia ariva la bistecca sintetica?
La catena di ristorazione bolognese Welldone, con 15 punti vendita tra Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Sardegna ha stipulato un accordo con Beyond Meat, la start up californiana che produce carne “vegetale” ma capace di fornire gli aminoacidi essenziali per l’organismo perché contiene proteine (di pisello) e ha lo stesso aspetto e sapore della carne bovina. Il passo verso la carne sintetica realizzata in laboratorio al momento non è stato fatto ma a prefigurarne l’arrivo è Filiera Italia commentando la presentazione di Impossible Foods e del suo hamburger 2.0, considerato dai degustatori ''succoso, saporito e delizioso''. Il business, al momento, è stimato in crescita del 40% nei prossimi cinque anni ma a frenare l'espansione sono i costi, ancora troppo alti per il consumatore finale. 

Cosa c'è dentro l'hamburger sintetico
L’hamburger di Beyond Meat è composto da ingredienti che derivano da prodotti di trasformazione chimica o fisica dei vegetali, come il fosfato ferrico, la vitamina B12. La carne sintetica coltivata il laboratorio e ancora in fase di sperimentazione invece ha la stessa composizione della carne normale, ma non viene attraversata dal sangue e non ha grassi. Per produrla si usa lo stesso criterio della rigenerazione dei tessuti praticato in medicina, partendo dal siero dell’animale, da prelevare senza ucciderlo.  

La salute e il pianeta ringraziano
La carne sintetica è una soluzione alle problematiche di salute non solo delle persone (la carne rossa è stata spesso tacciata di favorire il colesterolo alto, la pressione alta e le malattie cardiovascolari) ma anche del pianeta. Negli ultimi dieci anni l'Amazzonia brasiliana ha perso un'area di foresta grande due volte il Portogallo per il pascolo dei bovini da carne. Il 70% dell'azoto ingerito attraverso i mangimi da bovini, suini e polli viene eliminato nelle feci e finisce nei corsi d'acqua. Se la richiesta di carne cala gli allevatori possono far ruotare le colture: per esempio, un anno seminano il mais per gli allevamenti e l'anno dopo anno i legumi. La rotazione permette la disinfestazione naturale dei terreni e così diminuisce anche l'impiego dei pesticidi. È tutto collegato.