Benessere Dieta estiva

Come dimagrire per l'estate

L'importanza del sonno

L'estate è prossima e la prova costume sempre più vicina. Se quindi siamo arrivati a questo appuntamento con qualche chilo di troppo è importante dimagrire non solo per una questione meramente estetica, ma soprattutto per la salute. Numerosi studi in questo senso evidenziano che l'aumento di peso si correla al rischio di malattie importanti quali infarto, ictus e diabete, i big killer della salute insomma. Ma come riuscire a dimagrire in vista dell'estate?

1) Bandire lo stress dalla nostra vita. Certo direte che è più facile a dirsi che a farsi. In realtà ci vuole sempre un po' di impegno anche da parte nostra. E' stato provato che in situazioni di stress si attiva il cortisolo. Alti livelli favoriscono il rallentamento del metabolismo basale e quindi l'accumulo di adipe.

2) Attività fisica. Riscoprire la bellezza di una bella passeggiata al centro a piedi o magari anche in bicicletta, se possibile. Usare quindi di meno l'auto. Per farlo quindi non sempre è necessario andare in palestra. Anche la corsa è utile. In questo senso sono sufficienti 40 minuti al giorno. Ovvero è importante fare sport aerobici per aumentare il ritmo cardiaco. Una attività fisica di questo tipo ci fa sudare e ci permette di smatire liquidi e tossine.

3) Niente diete lampo. Anche se vi sembrerà di dimagrire si tratta solo di un effetto temporaneo. Una volta interrotta la dieta riprenderete i chili persi. Queste diete ad esempio durano 3 o 4 giorni ma dopo si ha più fame di prima, per cui è inevitabile riprendere peso. L'alimentazione deve essere sana e variata quanto più è possibile. In questo senso sono da privilegiare frutta e verdure di stagione, legumi, cereali e riso, carne e pesce, e gli alimenti integrali che contengono fibre.

4) Bere molta acqua. Mantenere il fisico idratato è fondamentale. Bisogna bere almeno un litro e mezzo di acqua, due se si suda molto. Bisogna invece quasi rinunciare del tutto all'alcol, in particolare ai superalcolici. Si può fare una eccezione per un bicchiere di vino, che però ridurrete a metà bicchiere a ogni pasto.

5) Proponiamoci un obiettivo raggiungibile. Se dobbiamo perdere 3 o 4 chili e non di più, possiamo farlo in via autonoma. Se invece i chili di perdere sono di più, allora sarà bene farci seguire da un esperto, ad esempio un nutrizionista o un dietologo, per intraprendere un percorso dietetico più approfondito e personalizzato.

6) Non commette l'errore di mangiare troppo poco. Evitate quindi le diete restrittive che prevedono un introito calorico intorno a 1000 o 1200 calorie al giorno, in quanto potrebbero portarvi al di sotto del vostro metabolismo basale.

7) Dormite a sufficienza. Numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che esiste una relazione tra un buon sonno ristoratore e il mantenimento del peso. In particolare il rispetto del ritmo circadiano, ovvero del ritmo sonno veglia, è importante anche per mantenere un equilbrio metabolico, che ci può aiutare a contrastare i chili in più. Una delle conseguenze di un riposo non sufficiente è uno sbilanciamento ormonale, che a sua volta è causa di un aumento dell'appetito, in particolare di cibi contenenti zucchero e grassi. Avete presenti gli spuntini notturni fuori quando ci dirigiamo verso il frigo rimpinzandoci di tutto ciò che vi troviamo, in preda ad una fame bulimica? Bene è proprio questo da evitare. In questo senso è importante dormire per almeno 6-8 ore per notte.