Benessere Idratazione

Bere tanta acqua aiuta a dimagrire?

L'acqua, il nutriente dimenticato

Quando sei a dieta, una delle raccomandazioni che tutti ti fanno è di bere tanta acqua, ma purtroppo ci sono persone che non hanno mai sete! Perché è così importante bere molto? E quali strategie puoi adottare. Dimagrire bevendo acqua è un sistema naturale per riattivare i muscoli e aiutare l’organismo a bruciare le calorie. Secondo il tipo di metabolismo e organismo specifico, sarà sufficiente bere da 1 a 3 bicchieri di acqua al giorno per perdere da 68 a 205 Calorie.

Bere acqua è necessario: partiamo dalle basi

L’acqua è un nutriente essenziale per l’uomo. Oltre al fatto che, in base all’età, al sesso o alla corporatura, il corpo di un individuo è composto dal 55 al 70% d’acqua, è anche una buona fonte di minerali.

L’acqua infatti è spesso definita il “nutriente dimenticato” perché spesso molte persone, adulti ma soprattutto bambini e anziani, si dimenticano di bere e di coprire il proprio fabbisogno giornaliero di acqua. Inoltre, poche persone hanno veramente focalizzato il valore dei circa 8 bicchieri di acqua al giorno che in media un adulto di 70 kg dovrebbe assumere.

Bere tanta acqua aiuta a dimagrire?

Sì, nel senso che l‘acqua aumenta il volume gastrico e induce un immediato senso di pienezza. Di conseguenza bevendo tendi a sentirti sazio prima.

Acqua, calorie, metabolismo e dimagrimento: quando e perché bere aiuta.

Attenzione però, bere acqua aiuta a dimagrire ma bisogna farlo spesso. L’azione benefica che l’acqua svolge sul metabolismo è di brevissima durata, mezz’ora o al massimo 1 ora. Ciò significa che non basterà bere il quantitativo giusto in un lasso di tempo predefinito, bisognerà diluirne l’assunzione durante tutta la giornata.

Bere tanta acqua: sì, ma quanta?

La quantità di acqua da bere in una giornata dipende da molti fattori. L’età, l’attività lavorativa svolta, l’attività fisica praticata, la presenza o meno di patologie, la stagione (il clima e il tasso di umidità). Comunque, in linea generale, è bene bere almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno.

Mezzo litro di acqua a temperatura ambiente, sia negli uomini sia nelle donne, aumenta di almeno il 30% il tasso metabolico. Il potere di bruciare calorie ha inizio dopo circa 40 minuti poiché è allora che l’acqua all’interno del corpo avrà raggiunto una temperatura di 37 gradi centigradi (dai 22 iniziali).

L’acqua contiene molti minerali: quali?

I sali minerali contenuti nell’acqua sono numerosi. I più importanti sono il sodio e il calcio, ma ci sono anche fosforo, potassio, iodio, magnesio, selenio e zinco. Ognuno di questi svolge un ruolo importante per l’organismo, perché sono tutti coinvolti in molte reazioni chimiche e rappresentano una parte importante di molti enzimi.

Acqua gassata, sì o no?

L’acqua gassata purtroppo aumenta notevolmente il meteorismo intestinale. Questo può diventare fastidioso per chi soffre di colite, quindi è preferibile non abusarne.

Come scegliere l’acqua da bere?

Chi non ha particolari problemi di salute può bere tranquillamente l’acqua del rubinetto. Chi invece ha problemi di osteoporosi dovrebbe prediligere un’acqua con alto contenuto di calcio. Invece chi soffre di calcoli renali o è predisposto a questa patologia è preferibile che scelga un’acqua minimamente mineralizzata.

Bere tanta acqua è importante perché:

l’acqua non ha calorie.

E’ un prezioso alleato per drenare, quindi il nemico numero 1 di cellulite e buccia d’arancia.

E’ un sostegno psicologico importante per evitare di sgarrare: bere acqua a piccoli sorsi aiuta a superare il senso di fame inducendo una sensazione di stomaco pieno.

Fornisce minerali essenziali per la salute del tuo organismo.

Astuzie per bere di più anche se non hai sete

Bevi dalla bottiglia. Ci sono comode bottigliette da mezzo litro che puoi portare comodamente con te. Se fai fatica a bere un litro d’acqua, pensa che mezzo litro corrisponde a 5 bicchieri: psicologicamente, una bottiglietta è meno impegnativa di 5 bicchieri.

Se non riesci proprio a bere acqua perché non ha sapore, daglielo! Per esempio, d’estate è particolarmente dissetante e piacevole aggiungere all’acqua del succo di limone.

Bevi 2 bicchieri d’acqua prima di pranzo e cena per aumentare il senso di sazietà e diminuire la sensazione di fame.

Scegli la temperatura che più ti piace se questo ti aiuta a bere di più: acqua fresca o a temperatura ambiente non fa differenza, è una questione di gusto. Ricordati però che bere acqua troppo fredda può provocare crampi allo stomaco e anche problemi intestinali… soprattutto d’estate!

Se proprio fai parte di quella schiera di persone che non hanno mai sete, impara a bere senza sete. Meno bevi meno sete avrai, quindi prendi il coraggio a due mani e interrompi subito questo circolo vizioso!

Aiutati! Sistema bottiglie dappertutto: sulla scrivania, in cucina, in borsa, in camera! Così facendo, bere diventerà un gesto automatico e raggiungerai i 2 litri al giorno senza difficoltà.

L’acqua bevuta prima di un pasto sazia

Viene più volte sottolineato che la sensazione di sete va assecondata e, se si riesce, anche anticipata con un bel bicchiere di acqua. Pensiamo al fatto che spesso sete e fame vanno a braccetto. Bere prima un bicchiere d’acqua piuttosto che fare uno spuntino può aiutare a ridurre l’introito di calorie. Gli studi infatti hanno evidenziato che bere uno o due bicchieri di acqua prima dei pasti aumenta il senso di sazietà e aiuta a controllare la fame e limita la quantità di cibo che si mangia a tavola.

Una buona idratazione favorisce un metabolismo vitale

Infine, le evidenze scientifiche hanno dimostrato che un organismo ben idratato funziona meglio e questo vale anche per il suo metabolismo e per il sostegno del controllo del peso corporeo.

Abbiamo visto che bere acqua favorisce il dimagrimento all’interno di un programma dietetico e di attività fisica prescritti da un medico o un dietista. Dimagrire bevendo acqua non è un’ipotesi, è una certezza: se si riuscisse a bere addirittura 2 litri di acqua al giorno, i risultati per l’organismo sarebbero incredibili.


© Riproduzione riservata