Benessere Leggende metropolitane

Dieta: 7 credenze alimentari errate che non ci fanno dimagrire

Luoghi comuni da sfatare

In tema di dieta esistono falsi miti. Si tratta di credenze errate che quindi ci danno informazioni sbagliate se ad esempio intendiamo dimagrire o altro ancora. Di seguito quelle più comuni.

1. Si perde peso se si eliminano i grassi
In caso di dieta non tutti i grassi vengono per nuocere e anzi ve ne sono alcuni che risultano fondamentali per la salute. Ci riferiamo nello specifico agli acidi grassi essenziali. Vengono suddivisi in due gruppi principali: gli omega-3 acido alfalinolenico e omega-6 acido linoleico. Gli omega-3 sono reperibili principalmente in alimenti quali pesci, crostacei, molluschi e alghe. Gli omega-6 invece li troviamo nell'olio di arachidi e di mais, nella frutta secca a guscio quali mandorle, pistacchi e noci. Anche l'olio extra vergine di oliva è da considerarsi un grasso sano. Quindi una dieta che contenga questi grassi non solo è salutare ma potrebbe anche farci dimagrire, al contrario una alimentazione che ne è povera, paradossalmente invece potrebbe farci ingrassare.

2. Bere acqua aiuta a perdere peso. Si tratta di un altro falso mito. Bere l'acqua è fondamentale per idratare il nostro corpo. In media si consiglia di berne circa un litro e mezzo al giorno. Tuttavia l'acqua ha una funzione drenante in quanto aiuta ad eliminare le tossine, ma non può certo sciogliere il grasso.

3. Digiunare fa perdere peso. In realtà non è così perché se priviamo il nostro corpo dei nutrienti fondamentali lo stesso reagirà con un meccanismo di difesa per sopravvivere: rallenterà il metabolismo e utilizzerà i muscoli per produrre grasso. Insomma risultati proprio opposti rispetto a quelli che si intendono ottenere da una dieta dimagrante.

4. Bruciare le calorie con l'attività fisica. E' vero che una dieta dimagrante per essere completa ed efficace deve associarsi all'attività fisica, ma proprio per questo la sola attività fisica non può essere sufficiente. Per perdere peso è necessario seguire una dieta sana e bilanciata a cui abbinare a livello complementare anche la pratica dell'esercizio fisico.

5. Ogni sgarro vanifica la dieta. Qui viene in ballo la psicologia. Le diete troppo rigide e restrittive prima o poi ci portano a fare qualche peccatuccio di gola. In realtà se si tratta di una eccezione ogni tanto va bene, ma ovviamente non deve diventare la norma.

6. Mangiare senza glutine fa dimagrire. Questo tipo di dieta deve essere seguita dalle persone a cui è stata fatta la diagnosi di celiachia. I prodotti senza glutine risultano più ricchi di carboidrati e e calorie, per cui a lungo andare possono portare a un aumento di peso se consumati da persone che non hanno la celiachia.

7. Saltare gli spuntini per dimagrire. Anche in questo caso si tratta di una falsa credenza. In realtà i nutrizionisti consigliano di distribuire le calorie in 5 pasti al giorno in modo da consentire al nostro organismo di assumerle al meglio.