Benessere Girovita

Come dimagrire i fianchi in poco tempo: dieta ed esercizi mirati

A colazione? Acqua e limone

I fianchi e le cosce sono uno dei punti principali in cui generalmente siamo più inclini ad ingrassare, e questo vale specialmente per le donne. Non a caso, infatti, durante la gravidanza questo strato di adipe in eccesso aiuta a supportare il peso del bambino. Il lato negativo è che, dopo una certa età, gravidanza o meno, si tende inevitabilmente a prendere peso su quella specifica zona, il che porta alla comparsa della temutissima cellulite. Tutto questo è sintomo di uno stile di vita poco salutare a cui bisogna assolutamente porre rimedio. Quando si tratta di perdere peso e tonificare i muscoli, specialmente nella zona dei fianchi, l’approccio migliore da seguire e che farà la differenza, è quello di una giusta combinazione tra corretta alimentazione ed esercizi mirati. Prevenire ed eliminare l’adipe accumulato sui fianchi può essere dura, esistono però, alcuni accorgimenti da poter attuare sul proprio stile di vita in modo da migliorare l’estetica - - ma specialmente la salute - del nostro corpo.

Prima di tutto facciamo un po’ di chiarezza
Nonostante l’obiettivo principale sia quello di perdere peso principalmente nella zona fianchi/cosce, sappiate che la realtà dei fatti è ben diversa, poiché non è possibile fare in modo che il corpo perda peso in un'unica e determinata parte, bisogna infatti concentrarsi sul dimagrire in maniera totale. Una volta che comincerete a perdere peso, potrete focalizzare le vostre energie su un allenamento fisico che tonifichi i muscoli di fianchi, pancia e cosce. Come si traduce, tutto questo, a livello fisiologico? Per farla breve, il grasso corporeo viene immagazzinato in tantissime piccolo cellule adipose chiamate adipociti. Al di sotto della pelle, poi, gli adipociti si raggruppano e formano uno strato comunemente conosciuto come tessuto adiposo sottocutaneo o anche ipoderma. La distribuzione di questi pannicoli adiposi dipende da diversi fattori, in alcune persone si concentrano in zone più “problematiche”, il che significa che nell’area dei fianchi si trovino più zone lipidiche rispetto al resto del corpo. Quando il corpo “brucia” meno calorie di quelle che immagazzina, esso attinge dal grasso precedentemente depositato per trasformarlo in energia, ed è per questo che non si può indirizzare questo meccanismo direttamente al grasso di fianchi e cosce. Ecco alcuni suggerimenti per eliminare le cosiddette maniglie dell’amore.

Le calorie contano
Ora che è chiaro a tutti che ridurre una sola zona del corpo è un’ipotesi non contemplabile, bisogna passare all’azione tenendo il conto delle calorie. Può essere un po’ frustrante come abitudine e se non è da voi, nessuno vi obbliga a farlo, potete sempre e comunque farvi un’idea generale di quali cibi è meglio evitare guardando le etichette delle confezioni, evitando quindi di consumare troppe calorie, e quali invece prediligere, il che ci porta al prossimo punto sulla nostra lista.

Cosa mangiare per dimagrire i fianchi e le cosce
Mangiare sano, più facile a dirsi che a farsi, è il primo step per cominciare a dimagrire. Buttate via ogni residuo di cibo spazzatura reperibile in credenza e rifornite il frigorifero di frutta, verdura, spezie, grassi buoni, latte, yogurt e proteine magre e per un po’ dite addio a salame, cibi precotti e pieni di condimento. Concedetevi invece verdure ad ogni pasto, come gli spinaci, che grazie ad un composto che prende il nome di tilacoide, rallentano la digestione e ritardano il senso di fame. Anche avocado e grano integrale, alimenti ricchi di fibre, minerali e vitamine, possono prevenire la costipazione e allo stesso tempo fornire l’energia giusta al corpo accelerando il metabolismo. I legumi, specie i fagioli, sono ottimi per ridurre il grasso addominale, grazie al loro contenuto proteico. Frutta secca come le mandorle fungono da perfetto spuntino proteico, pieno di vitamine e antiossidanti, magari unite ad un manciata di mirtilli, anch’essi ricchi di fibre e con proprietà antiossidanti, ma soprattutto a basso contenuto calorico. Per la bevanda ideale si consiglia il classico tè verde, esso contiene epigallocatechina gallato (EGCG), nome un po’ complicato, ma sappiate che si tratta di un potente antiossidante che aiuta a depurarci da tossine e accelerare il metabolismo, oltre migliorare la digestione, aumentare il senso di sazietà e tenervi in forze per tutta la durata del giorno. Mi raccomando, al tè verde non aggiungeteci zucchero o simili, altrimenti non avrà lo stesso effetto purificante.

Idratatevi più che potete
Bere litri e litri di acqua è un must! Associata al tè verde, l’acqua è uno dei modi migliori per eliminare tossine e velocizzare il nostro metabolismo. Per poter ottenere risultati tangibili su peso, pelle e funzioni cerebrali, bevete almeno 3-4 litri al giorno, magari aggiungendo erbe o spezie all’acqua, migliorandone il sapore e l’aspetto.

Cominciate la vostra giornata con acqua e limone
L’acqua e il limone vanno notoriamente a braccetto da sempre. La vitamina C contenuta nel limone aiuta a migliorare la digestione e stimolare il sistema immunitario, favorendo la sintesi del collagene e garantendo l’elasticità del tessuto connettivo. Basta aggiungere il succo ricavato da metà limone e unirlo ad un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente, magari aggiungendo un cucchiaino di miele, se il gusto vi risulta troppo acido. Anche l’aceto di mele può essere un ottimo sostituto del limone. Si tratta di un alimento molto naturale e rinomato per essere particolarmente utile in fatto di diete, ma troverete più informazioni riguardo ai suoi benefici cliccando qui.

Limitate gli spuntini
Certo, a chi non piace fare un piccolo snack di tanto in tanto, ma se diventa un’abitudine troppo ricorrente e soprattutto scorretta, non importa quanto vi possiate allenare in palestra, mangiare patatine, wafer, cioccolata e simili vi farà comunque guadagnare peso e saboterà ogni speranza di perderne, specialmente nella zona pancia/fianchi. Quindi, al massimo, scegliete snack più salutari come carote, hummus, frutta fresca o mandorle. Ah, e niente spuntini di mezzanotte, sia chiaro!

Allenamento a gogò!
La pigrizia non porta mai a nulla, e questo vale anche per la perdita di peso. Se non unite alla vostra dieta un minimo di attività fisica, anche starvene a digiuno non vi porterà i risultati sperati. C’è una serie di esercizi mirati a tonificare la zona pancia/fianchi che in realtà potete anche fare a casa, assicuratevi di arrivare almeno a 3 serie da 15 ripetizioni ognuno, con massimo 30 secondi di recupero tra l’una e l’altra. La respirazione è molto importante, tenetelo bene a mente durante gli esercizi. Ecco alcuni da prediligere:

Plank: assumete una posizione prona con le gambe leggermente divaricate, poggiando i gomiti a terra e col busto sollevato, mantenendo il peso del vostro corpo con le punte dei piedi e i glutei sulla linea delle spalle. Mantenete la posizione, se potete, per almeno 20 secondi. Noterete sin da subito che è un esercizio piuttosto faticoso, nonostante si stia fermi.

Addominali frontali: i cosiddetti “crunch”, sdraiato supino su un tappetino e con le gambe piegate, i piedi ben saldi a terra e con le mani dietro la nuca, bisogna sollevare il busto di circa 15/20 cm, come se le spalle salissero all’altezza del petto. È più facile a farsi che a dirsi.

Addominali laterali: da sdraiati, flettere la mano destra sul ginocchio sinistro e viceversa, alzando la schiena per non procurare una contrattura al collo.

Squat: gli squat sono degli esercizi molto versatili, il cui target è quello di tonificare diversi muscoli che si trovano nella parte inferiore del corpo. Potete eseguire gli squat anche solo col peso del vostro corpo e, una volta che avrete acquistato padronanza dei movimenti, potete aggiungere peso in più, usando magari la kettlebell. Posizione eretta, divaricate i piedi ad una larghezza che superi leggermente quella delle spalle, con le punte dirette verso l’esterno, al che piegate le gambe portando indietro il bacino, come se ci si dovesse sedere su una sedia.

Affondi: questo tipo di esercizio è spesso eseguito in modo sbagliato, sbilanciando il corpo o il bacino. In realtà, tutto il busto deve rimanere fermo durante l’affondo. Partite in posizione eretta, portate in avanti la gamba destra, piegando la sinistra in modo da far arrivare il ginocchio quasi a toccare il pavimento. Non piegate prima la destra, avverrà inevitabilmente quando piegherete la sinistra. Attenzione: il ginocchio della destra non dovrà andare oltre la linea della punta del piede. L’angolo tra ginocchio e caviglia deve essere di 90 gradi e il ginocchio deve rimanere perpendicolare alla caviglia. Si consigliano delle serie di almeno 10 affondi frontali per gamba, in modo da rassodare i glutei e il fondoschiena ogni giorno.
Anche gli esercizi cardio sono utilissimi per smaltire il grasso in eccesso, dovrebbero infatti essere praticati con una frequenza di due o anche tre volte alla settimana, per un minimo di 20 minuti circa e non per forza da eseguire in palestra. Potete camminare velocemente, darvi alla corsa, utilizzare la bicicletta o la cyclette, o frequentare qualche corso e allenarvi in compagnia. Non sottovalutate gli esercizi di stretching per tonificare e ridefinire i muscoli. Dieta e allenamento richiedono spesso molti sacrifici, ma alla fine, quando otterrete i risultati da voi sperati, ne varrà sicuramente la pena.