Benessere Volontà di perder peso

Dieta per i pigri: come dimagrire

Lavorare sulle motivazioni

Quando si parla di dieta pensiamo subito a sacrifici rinunce, privazioni. In particolare chi per carattere è pigro tenderà a non prendere in considerazione un tipo di regime alimentare che comporti troppe regole, paletti o divieti. Tuttavia per tenere sotto controllo le calorie basta seguire dei semplici accorgimenti. In caso di pigrizia bisogna anzitutto lavorare sugli aspetti motivazionali e quindi sul piano psicologico. Solo in un secondo momento si potrà passare a una dieta vera e propria con le indicazioni sugli alimenti.

Dieta per pigri: lavorare sulle motivazioni
1) La prima cosa da fare è di stabilire degli obiettivi raggiungibili che siano alla vostra portata. In questo modo sarà possibile trovare le motivazioni necessarie per andare avanti e proporsi traguardi pian piano più impegnativi.
2) Chi pensa alla dieta come una sorta di fatiche d'Ercole per prima cosa avrà bisogno di essere motivato. Sarà quindi necessario cambiare prospettiva per spingere chi è pigro ad uscire dalla "comfort-zone" in cui è solito rifugiarsi. In questo senso è importante modificare il proprio stile di vita. Per farlo non c'è bisogno di fare nulla di rivoluzionario ma bastano semplici piccoli passi. Il suggerimento va preso alla lettera: anche una passeggiata col cane o con un vostro amico, utilizzare la bicicletta al posto dell'auto per andare al lavoro, significano un cambio di direzione importante.
3) La mancanza di tempo è una scusa! Spesso si sente dire che non si ha il tempo per intraprendere una dieta o fare un po' di esercizio fisico. In realtà il tempo è qualcosa che dobbiamo imparare a gestire. Si tratta quindi di riuscire ad organizzarci e quindi stabilire in quali orari della giornata è possibile praticare un po' di attività fisica.

Dieta per pigri: gli alimenti utili
Chi è pigro fa fatica a seguire una dieta con tanto di tabelle, calorie, programma alimentare settimanale, quindi in una prima fase ci si dovrà limitare ad indicare gli alimenti maggiormente utili per perdere peso. Va da sè che soltanto un nutrizionista potrà formulare un vero e proprio programma dieta personalizzato.

1) Non sempre mangiamo quando abbiamo fame. A volte pensiamo di aver fame, ma in realtà stiamo rispondendo allo stimolo della sete. Può rivelarsi utile uno stratagemma piuttosto noto: bere due bicchieri di acqua prima dei pasti principali ci aiuta a spezzare l'appetito e quindi a mangiare di meno.
2) Fermarsi prima di raggiungere la sazietà completa. Il nostro cervello ha bisogno di circa 30 minuti prima di registrare i segnali relativi al senso di sazietà, per cui potremmo mangiare fino a quando ci sentiamo pieni a metà per poi fare passare mezz'ora prima di ordinare il dolce.
3) Non è poi necessario rinunciare alla merenda, basta scegliere l'orario giusto. Ad esempio gli snack consumati di mattina hanno maggiori possibilità di essere smaltiti rispetto a quelli del pomeriggio.
4) Dormire può essere un valido aiuto per perdere peso per i più pigri. Il sonno ristora l'organismo e fa sì che il metabolismo funzioni correttamente. Se il riposo invece è disturbato o interrotto frequentemente, è probabile che al risveglio possiamo svegliarci più affamati.

Alimenti per chi è pigro
1) Cereali. Ci assicurano un apporto di fibre e risultano anche molto sazianti.
2) Peperoncino, spezia indicata non solo per insaporire le pietanze ma anche perché è in grado di accelerare il metabolismo.
3) Fragole, ananas e pompelmo. Le prime contengono poche calorie e pochi zuccheri ed hanno anche un effetto depurativo. L'ananas ha una azione drenante e depurativa e favorisce la digestione. Sono note le proprietà brucia grassi del pompelmo che può assumersi sotto forma di spremuta la mattina a colazione oppure come spuntino nel pomeriggio.
4) Legumi. Contengono fibre e ci saziano. Non possono mancare in una dieta dimagrante.
5) Tè verde. E' tra le bevande da preferire in caso di dieta per perdere peso. Stimola il metabolismo e quindi favorisce il dimagrimento.