Benessere Dieta monoalimento

Dieta della zuppa di cavolo: come perdere peso velocemente

La ricetta diffusa via fax negli anni Ottanta

Si tratta di una dieta che gode di una certa popolarità. Promette una drastica perdita di peso in soli 7 giorni ed anche fino a 10 chili in sole due o tre settimane. Come dice il nome, consiste essenzialmente nel consumare della zuppa di cavolo per una settimana accompagnata da qualche altro alimento per complemento. Fondamentale è il consulto con un esperto, ad esempio il proprio medico e farsi seguire in caso di parere favorevole durante la dieta stessa. Sembra che abbia riscosso la massima fama negli anni 80' quando si è diffusa col nome di "faxlore", probabilmente per via delle persone (all'epoca i social erano ancora di là da venire) che ne condividevano la ricetta via fax. In breve come si usa dire oggi, la zuppa del cavolo divenne virale. Secondo un'altra versione un'altra versione troverebbe la sua terra d'origine negli Stati Uniti dove sarebbe stata ideata da Oprah Winfrey.

Dieta della zuppa di cavolo
La zuppa sostanzialmente contiene soprattutto verdure di stagione quali cavolo, sedano, carote, pomodori, che vengono fatte bollire per una decina di minuti senza aggiungervi altro e poi fatte cuocere a fuoco basso fino a quando i pezzi di verdura non si saranno ammorbiditi. Al limite potete usare delle spezie per insaporire la zuppa. E' indicata come dieta dimagrante perché il cavolo è un alimento ipocalorico. Tra i vantaggi c'è sicuramente la praticità perché si tratta di una dieta facile da seguire ed economica. Può essere utile per perdere peso rapidamente, ma anche dopo una fase di stabilizzazione è molto frequente riprendere peso. La zuppa può essere consumata a volontà ed abbinata anche ad altri alimenti, ma è piuttosto monotona come dieta, per cui ci si stanca presto di seguirla. Va sottolineato che non si tratta di una dieta che può definirsi equilibrata da un punto di vista nutrizionale. La dieta può essere seguita per non più di 7 giorni alla volta e bisogna rispettare almeno due settimane di pausa tra due periodi di dieta.

Dieta del cavolo: come prepararlo
Possiamo utilizzare un cavolo intero, delle cipolle non troppo grandi, del pomodoro in barattolo (ne vanno bene due scatole), delle foglie di sedano, sale pepe e peperoncino piccante se siete amanti dei sapori forti.

Dieta del cavolo: programma alimentare settimanale
Primo giorno
Il primo giorno prevede zuppa di cavolo. Si può mangiare frutta a volontà tranne le banane ed è importante bere molta acqua.
Secondo giorno
Zuppa di cavolo e verdure a foglia verde. Da evitare il consumo invece di ceci e fagioli piselli e mais. A cena è consentita una patata al forno condita con del burro, la frutta invece va evitata.
Terzo giorno
Oltre alla zuppa, via libera al consumo di frutta e verdura in porzioni abbondanti.
Quarto giorno
Zuppa di cavolo, latte scremato e banane a volontà.
Quinto giorno
Insieme alla zuppa carne di manzo o pollo fino a 800 grammi, insalata di pomodori e molta acqua (7-8 bicchieri).
Sesto giorno
Carne di manzo accompagnata da verdure a foglia verdure da consumare a piacere.
Settimo giorno
Zuppa di cavolo, riso integrale e verdure, succo di frutta non zuccherato. Non ci sono limiti di quantità.