Benessere Spezie dimagranti

Cannella: la spezia che brucia i grassi e fa dimagrire

E' una spezia che attiva la termogenesi

Se c’è odore di cannella è subito inverno. Basta un leggero aroma di cannella per creare l’atmosfera natalizia. Non tutti però conoscono le proprietà dimagranti della cannella, una spezia che aiuta a bruciare le calorie e ad abbassare la glicemia.

Nell'antichità la cannella era considerata la regina tra le spezie quasi a pari dell’oro. Ancora oggi , la cannella sia in polvere che in stecche, gode di grande popolarità nelle nostre cucine e, soprattutto nella stagione fredda. Molto spesso associamo la cannella ai dolci e alle tisane ma c’è molto di più.

I due tipi di cannella più comuni in commercio sono: la cannella di Ceylon e la cannella cassia. La prima è la varietà più popolare e deve la sua fama al suo profumo intenso e al suo sapore dolce. Viene coltivata principalmente nello Sri Lanka (il cui nome era, appunto, Ceylon). La cassia, originaria della Cina, ha invece un sapore più aromatico e piccante. Entrambe le varietà si ottengono dalla corteccia dei rispettivi alberi. La corteccia, viene arrotolata ed essiccata e in seguito venduta in pezzi o grattugiata in polvere.

La cannella è generalmente considerata una spezia riscaldante. Ciò significa che può stimolare la termogenesi, cioè la produzione di calore nel corpo. Da questo punto di vista l’azione della cannella è molto simile a quella del peperoncino. Nel peperoncino è la capsaicina a provocare la termogenesi e a favorire la riduzione dei grassi accumulati e del peso corporeo. Nella cannella, la cinnamica presente fa aumentare i livelli di dispendio energetico e di ossidazione del grasso

Come usare la cannella per dimagrire? Quando assumerla

Questa spezia, viene adoperata di frequente nella preparazione di dolci. Chi pratica sport o chi segue un’alimentazione equilibrata conosce le virtù della cannella per dimagrire.

Essa infatti migliora la digestione, prevenendo il gonfiore, influisce positivamente sui livelli di zuccheri nel sangue, poiché è in grado di regolare la glicemia, e, così facendo, evitare che gli zuccheri si trasformino in depositi di grasso con conseguente aumento del peso corporeo.

Perché la cannella fa dimagrire?

Migliora la digestione: La prima delle proprietà dimagranti della cannella è la sua azione come vero e proprio digestivo che consente l’assorbimento dei nutrienti. Quando ciò non avviene l’organismo ne risente poiché scorie e tossine si accumulano creando ristagno di sostanze con aumento del gonfiore e della ritenzione idrica.

Agisce sul metabolismo dei carboidrati: Il consumo di cannella, soprattutto subito dopo i pasti, inibisce alcuni enzimi digestivi; tali enzimi sono prettamente specializzati nella scomposizione dei carboidrati. Inibendo la loro funzione, questi nutrienti vengono assimilati più gradualmente ed evitano i picchi glicemici dopo i pasti.

Riduce il senso di fame: È la conseguenza diretta del punto precedente. Il lento assorbimento di carboidrati e zuccheri sopprime il senso di fame; inoltre, è bene consumare la cannella per dimagrire e attenuare la fame anche a metà giornata e di pomeriggio.

Aumenta l’azione dell’insulina: L’insulina è responsabile dei livelli di glucosio e una sua scarsa produzione è causa di aumento ponderale. La cannella ne potenzia l’azione consentendo un bilanciamento corretto degli zuccheri e garantisce che questi vengano continuamente assorbiti dall’organismo, evitandone quindi l’accumulo.

Brucia più calorie: Le proprietà termogeniche della spezia innalzano la temperatura corporea accelerando il metabolismo e bruciando più calorie e grassi.

Cannella per dimagrire: come e quando assumerla

Le dosi sicure da osservare quando iniziamo ad assumere la cannella si aggirano intorno ad 1-2 gr al giorno. Per la cannella in polvere questo quantitativo è facilmente identificabile nella dose di circa mezzo cucchiaino.

La cannella, come il peperoncino, non va consumata in modo eccessivo. Ne basta un pizzico ogni tanto nei dolci, in altri piatti o nelle bevande. Dosi eccessive di cannella possono provocare allergie e irritazione delle mucose dell’intestino. Dunque, se amiamo le spezie, usiamole con moderazione e cerchiamo di variarle.

A tal proposito è lecito domandarsi quando è più consigliabile assumere la cannella per avere effetti dimagranti.

Secondo i ricercatori, aggiungere la cannella e altre spezie brucia grassi ai nostri piatti, per creare ricette opportunamente speziate, potrebbe rappresentare un vantaggio terapeutico da non sottovalutare. In particolare, l’azione della cannella, del peperoncino e di altre spezie brucia grassi si prolunga in media fino a 20 minuti dopo i pasti.

Secondo alcuni, tuttavia, per accelerare il metabolismo è consigliabile berne una tazza di infuso mezz’ora prima di colazione e alla sera prima di coricarsi.

Per mantenere il giusto peso corporeo è importante sia curare l’alimentazione, bere almeno un litro e mezz odi acqua al giorno che fare regolarmente attività fisica.